A- A+
Milano
Regione Lombardia, giro di vite contro le false cooperative
Claudio Pedrazzini

«In Lombardia ci sono oltre 4300 cooperative, i soci sono circa 2 milioni. Una realtà fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio che merita attenzione ma anche controlli severi. Tutti ricordiamo bene cosa è successo a Roma con lo scandalo di Mafia Capitale: un sistema malato di cooperative che si dividevano appalti e affari milionari». Così il presidente del gruppo Forza Italia in Regione Lombardia Claudio Pedrazzini dopo il voto dell’Aula del Consiglio regionale sul progetto di legge sulla cooperazione in Lombardia e sulla proposta di legge al Parlamento per il contrasto alle false cooperative. «La legge approvata oggi – sottolinea Pedrazzini –, unita alla proposta di legge al Parlamento della quale sono uno dei firmatari, consentirà di mettere ordine nell’intero sistema. Devono essere eliminate le false cooperative che eludono i controlli vivendo in una condizione di opacità intollerabile, perseguendo finalità legate esclusivamente al profitto. La proposta di legge che abbiamo elaborato darà un contributo decisivo in questo settore, il governo Renzi non può rimanere inerte su questo tema.  Al contempo vanno salvaguardate e sostenute le cooperative che rispettano pienamente i principi mutualistici. Il “vero” sistema cooperativo ha una funzione sociale fondamentale che la Regione vuole salvaguardare e potenziare». «In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando – conclude il presidente azzurro –, il sistema cooperativo può rivelarsi fondamentale nel sostegno alle persone in difficoltà come i soggetti svantaggiati, i disabili, i cinquantenni esclusi dal mercato del lavoro. La nuova legge prevede di destinare una riserva pari almeno al 5% degli affidamenti a terzi di beni e servizi da parte della Regione, degli Enti del Sireg e delle aziende sanitarie e ospedaliere, alle cooperative sociali di inserimento lavorativo».

Iscriviti alla newsletter
Tags:
claudio pedrazziniregione lombardiacooperative






A2A
A2A
i blog di affari
Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.