A- A+
Milano
Regione Lombardia taglia i vitalizi degli ex consiglieri, esulta M5S
Regione Lombardia

Regione Lombardia taglia i vitalizi degli ex consiglieri, esulta M5S

Il Consiglio regionale della Lombardia, presieduto da Alessandro Fermi (Forza Italia), ha approvato all'unanimita' la legge che ricalcola i vecchi vitalizi sulla base del metodo contributivo. Il provvedimento, illustrato in Aula da Francesca Ceruti (Lega), recepisce le nuove norme nazionali in materia e fa seguito all'intesa Stato-Regioni e all'intervento della Conferenza dei presidenti che ha definito e concordato un 'modello di regole' comune e uniforme per tutte le regioni italiane. Il taglio medio sui 208 vitalizi degli ex consiglieri regionali lombardi tuttora erogati sara' mediamente del 7% (i vitalizi per i nuovi consiglieri cosi' come l'indennita' di fine mandato erano stati aboliti nel 2011 con la legge n.21: da allora in Lombardia i nuovi consiglieri regionali non percepiscono piu' il vitalizio).

La nuova legge esclude nuovi oneri per le casse regionali e avra' effetto a partire dal primo luglio. Nella discussione generale sono intervenuti il consigliere segretario Dario Violi (M5s), che ha ricordato come gia' nel dicembre scorso il Consiglio aveva recepito la sua proposta di intervento sui vitalizi, "un argomento - ha aggiunto - su cui ora si mette la parola fine. Non c'e' piu' nessuna differenza -ha detto ancora Violi - tra chi e' eletto e i cittadini, doveri e diritti sono uguali per tutti". Fabio Pizzul, capogruppo Pd, ha definito il provvedimento "un semplice recepimento di quanto stabilito a livello nazionale e tra le Regioni, ed e' bene ribadire che in Lombardia i vitalizi li abbiamo aboliti gia' nel 2011"

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    regione lombardiavitalizi ex consiglieridario violi






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
    Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l'infame tessera verde
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.