A- A+
Milano
Striscia la Notizia, Brumotti e troupe aggrediti a Monza dagli spacciatori

Reportage su degrado a Monza, Brumotti e troupe Striscia la notizia aggrediti

Ieri a Monza, Vittorio Brumotti e la troupe di Striscia la notizia sono stati aggrediti durante le riprese di un servizio che documentava il degrado e le attività di spaccio in un parco del capoluogo lombardo. Lo si legge in una nota di Striscia la notizia. L’inviato di Striscia si trovava nei pressi dei giardinetti di via Azzone Visconti, zona nota per il traffico droga nonostante la presenza delle forze dell’ordine. È lui a raccontare l’accaduto: «A un certo punto gli spacciatori si sono accorti di alcune telecamere nascoste e hanno aggredito i miei collaboratori, scambiandoli per dei poliziotti. Un membro della nostra troupe è rimasto ferito a una gamba, mentre io ringrazio il giubbotto antiproiettile che è sempre con me. Stavolta ci è andata bene». Ulteriori aggiornamenti saranno trasmessi all’interno della puntata di questa sera, alle ore 20.35 su Canale 5.

Il giorno dopo l’aggressione a Brumotti nei giardini di Via Azzone Visconti a Monza, il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena confermano che la zona è, da diverso tempo, tra le priorità da parte del Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica - anche a seguito delle segnalazioni effettuate dai cittadini - e che le Forze dell’Ordine del territorio stanno per questo intensificando i controlli. “Esprimiamo solidarietà a Vittorio Brumotti, al cameraman ferito e alla redazione di Striscia la Notizia per quanto accaduto ieri, auspicando che presto le Forze dell’Ordine intervengano per potenziare ulteriormente le azioni mirate a ripristinare legalità e decoro anche in questa zona” hanno concluso.

Commenti
    Tags:
    striscia la notiziastriscia la notizia brumottistriscia la notizia aggressione monzabrumotti monza videobrumotti strisciabrumotti accoltellatoaggressione striscia la notiziabrumotti






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Brunetta non va al Premio Socrate: c'è Palamara
    Green Pass, il lasciapassare per i sudditi del capitalismo terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.