A- A+
Milano
Ristorazione milanese in lutto per la scomparsa di Comini di 'Al Matarel'
Al Matarel

“Con la scomparsa di Marco Comini, patron dello storico Al Matarel, la ristorazione milanese perde una delle sue gloriose colonne”: lo afferma Lino Stoppani, presidente di Epam, l’Associazione pubblici esercizi di Confcommercio Milano, ricordando lo storico oste del ristorante di Brera, meta per decenni di artisti, politici e giornalisti.

“In un settore – prosegue Stoppani - caratterizzato da continui cambiamenti favoriti dalla globalizzazione; da consumatori sempre più informati, attenti ed esigenti; dalla spettacolarizzazione della cucina; difendere e proporre la territorialità dei menu è esercizio coraggioso, certamente non facile. Chi lo fa - e bene come Al Matarel - costituisce un presidio da tutelare, perché saper proporre e valorizzare la cucina del territorio significa anche raccogliere gli inviti di Expo, che declina il cibo con i valori della tradizione, della cultura, dell’educazione e del rispetto dell'ambiente”. “Alla famiglia Comini ed Al Matarel, a cui indirizzo il cordoglio a nome di tutta la categoria – conclude Stoppani - rimane il ricordo di persona e imprenditore straordinario, con la responsabilità di continuare, con la stessa passione e qualità, un progetto gastronomico che è stato anche il progetto di vita di Marco".

“Profondo cordoglio per la scomparsa di Marco Comini, cittadino benemerito e storico proprietario del ristorante Al Matarel, un luogo di riferimento per tanti milanesi e per tanti turisti che hanno potuto assaporare la tipica cucina della nostra città. I piatti erano sempre accompagnati dai racconti di Comini, aneddoti storici e spiegazioni delle ricette come quella dei rostin negàa”. Lo afferma il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Tags:
marco cominial matarellino stoppani







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.