A- A+
Milano
Ruby e le altre: francamente, delle vostre storie, non ce ne frega niente

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C'era una volta la noia. La noia sono i processi Ruby, anche oggi sui giornali. Una noia mortale. Abbiamo capito che Berlusconi in casa sua faceva quel che voleva. Quello che non ho capito è perché questa pletora di starlette e starlettine, signore e signorine, continuano ad andare sui giornali per dire che avevano detto la verità, che avevano mentito, che non avevano mentito e via discorrendo e controdiscorrendo. Berlusconi è un signore ormai di una certa età, non è più premier da anni, e - questo sì lo dico con rammarico - manco presidente del Milan. Di Ruby e delle vite di queste signore, personalmente, penso che non ce ne debba fregare più niente. Sono irrilevanti. A dir la verità, lo erano anche prima, almeno per me. Ma sono questioni di punti di vista.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    rubysilvio berlusconi






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Italia 2^ in UE per abbandono universitario
    Massimo De Donno
    Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
    Boschiero Cinzia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.