A- A+
Milano
Sanità, esulta il Pd: esenzione ticket per redditi bassi

"Al tavolo della trattativa sulla riforma della sanita' i gruppi di opposizione ottengono un risultato atteso da anni: l'introduzione dell'esenzione dai ticket su visite ed esami per i redditi bassi e la rimodulazione per fasce per i redditi superiori". Ad annunciarlo e' il Partito democratico lombardo dopo l'incontro con l'assessore regionale al Bilancio Massimo Garavaglia (Lega Nord) nell'ambito del tavolo maggioranza-opposizione sulla riforma del sistema socio-sanitario. Il confronto e' stato attivato per superare l'impasse sulla riforma, creato dall'atteggiamento ostruzionistico delle minoranze in Consiglio regionale. Per il Pd al tavolo di confronto erano presenti il capogruppo Enrico Brambilla e Carlo Borghetti.  L'accordo raggiunto al tavolo, sottolinea il Pd, prevede che per le esenzioni la regione stanzi 55 milioni di euro (10 dei quali condizionati al mantenimento da parte del governo degli impegni sul fondo nazionale sanita') e che un apposito emendamento sancisca il principio della progressivita' dei ticket in base al reddito. Le opposizioni, comunque, annunciano di non essere sono ancora soddisfatte e mantengono gli ordini del giorno ostruzionistici. Il capogruppo Brambilla ha sottolineato "la trattativa c'e' perche' il Pd ha chiesto di non contingentare i tempi e tutte le opposizioni hanno presentato migliaia di ordini del giorno. Abbiamo ottenuto di aprire la trattativa e di cambiare i ticket, e non e' poco, ma i punti su cui attendiamo risposte convincenti sono ancora molti, a partire dal ruolo dei comuni, dall'efficacia dei controlli e dall'indipendenza dei manager della sanita'". La discussione sulla riforma del sistema socio-sanitario lombardo riprendera' giovedi' in Consiglio regionale.

Tags:
sanitàpdticketenrico brambillacarlo borghettimassimo garavaglia







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.