A- A+
Milano

 

 

Riccardo Chailly 500

Era nell'aria, ora c'è la conferma: Riccardo Chailly sarà il nuovo direttore musicale della Scala a partire dal gennaio 2017. Forse anche l'anno prima ma solo se Daniel Barenboim rinunciasse a ricoprire il suo mandato sino alla naturale scadenza del 2016. La notizia è legata al sovrintendente Alexander Pereira che il prossimo anno sostituirà Stéphane Lissner. Chailly, che ha superato la concorrenza di Daniele Gatti, è particolarmente gradito anche alle maestranze e ai sindacati scaligeri.

Intanto il presidente di Assolombarda, Gianfelice Rocca si scaglia contro l'esclusione dei privati dal cda del Piermarini: "La Scala non e' solo una delle piu' prestigiose e note istituzioni culturali italiane in tutto il mondo, e' anche un potente moltiplicatore di risorse economiche, con ricadute calcolate dall'Universita' Bocconi tre volte superiori alla sua dotazione finanziaria e ormai il 50% di pubblico straniero nell'online. E' l'unico teatro italiano con risorse e professionalita' capaci di confrontarsi con Royal Opera House o Opera National de Paris, e cio' si deve al fatto che i 30 milioni di contributi e sponsorship da privati che sostengono la Scala sono pari a piu' del doppio della media dei teatri italiani. Mentre il contributo dei diversi soggetti pubblici copre a malapena meta' del solo costo fisso dei dipendenti: per questo trovo assurda la polemica sui privati esclusi dal suo cda. Capisco - prosegue Rocca - che le istituzioni pubbliche vogliano la modifica del decreto Cultura, che limita a sette il numero dei membri del cda. Anche se personalmente sono a favore di cda snelli. Ma e' ancor piu' singolare che intanto nessuno tra Stato, Regione, Provincia e Comune abbiano dichiarato che comunque ai privati spettera' la giusta rappresentanza, e non saranno tutti pubblici i sette posti. "C'e' il dopo Lissner da costruire insieme alla stagione dell'Expo. E' incredibile che, nello scontro tra Stato e autonomie, i privati senza cui la Scala non esisterebbe da tempo siano considerati come clandestini a bordo", conclude il presidente di Assolombarda.

Tags:
scalachaillydirettore







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.