A- A+
Milano
Scontri in piazza XXIV Maggio, solidarietà della Lega ai carabinieri

Scontri in piazza XXIV Maggio, solidarietà della Lega ai carabinieri

“Esprimo solidarietà e vicinanza all’arma dei Carabinieri e alle Forze dell’Ordine che ogni giorno operano per garantire sicurezza e legalità per le strade di Milano. Scene come quelle di domenica mattina, in cui i Carabinieri sono intervenuti in seguito a una rissa che ha coinvolto oltre 20 giovani e, alla richiesta di documenti, sono stati oggetto di un’aggressione con insulti e lanci di bottiglie, sono inaccettabili per una città come la nostra”. Lo dichiara Stefano Bolognini, commissario provinciale di Milano della Lega, che prende posizione in merito ad una controversa vicenda che sta facendo molto discutere in particolare sul web.

I video su Instagram, l'accusa di razzismo e la nota dei carabinieri

Su Instagram circolano infatti alcuni filmati relativi alla fine delle operazioni, avvenute davanti al McDonalds di piazza XXIV Maggio, in cui si vedono un ragazzo colpito e una giovane, giunta a difenderlo, che subisce una manganellata. Chi ha diffuso i video ha riferito anche di frasi a sfondo razzista. I giovani erano tutti di colore. La nota diffusa dai carabinieri sottolinea invece gli "atteggiamenti provocatori" dei ragazzi assembrati nei pressi del locale ed il lancio di bottiglie di vetro verso i militari, che li avrebbero quindi "dispersi dopo una breve azione di contenimento". Identificate e multate 12 persone per violazione delle restrizioni per la pandemia da coronavirus, un ragazzo italiano di 19 anni è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Bolognini: "Giovani si credono liberi di fare quello che vogliono"

“Come accaduto alle Colonne di San Lorenzo a fine maggio – prosegue Bolognini – e in altre occasioni nello scorso mese, ci sono in città gruppi di giovani spesso stranieri e in stato di ebbrezza che si sentono liberi di fare ciò che vogliono e addirittura di attaccare le Forze dell’Ordine. Una deriva pericolosa, e un segnale di allarme rispetto alla condizione che molti giovani vivono. E che, spiace constatarlo, non ha attirato, come spesso accade in casi come questi, l’attenzione del Sindaco Sala, silente anche in questa occasione”. “In generale – conclude Bolognini –, credo ci sia la necessità di riaffermare i valori dell’educazione civica e il rispetto per lo stato e per le divise, imprescindibile per una pacifica convivenza. Auspico che questi giovani possano essere indirizzati a dei servizi socialmente utili, magari a contatto con quelle stesse ‘divise’ che tanto mostrano di disprezzare e che, invece, avrebbero tanto da insegnare loro”.

LEGGI ANCHE: MILANO NON E' UNA CITTA' PER GIOVANI: SOLO AL 76ESIMO POSTO PER QUALITA' DELLA VITA

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    piazza xxiv maggioscontrimilanocarabinierilegastefano bolognini






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
    Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.