A- A+
Milano
Scuola, il Tribunale: bandi supplenza aperti anche ad insegnanti stranieri

Graduatorie nazionali per le supplenze nelle scuole secondarie di primo e secondo grado da rifare? Potrebbe essere se altri insegnanti di nazionalità straniera ma con carta di soggiorno dovessero seguire l'esempio dei due professori immigrati di Milano che hanno visto accolta dal giudice Tullio Perillo del tribunale di Milano la propria istanza di ricorso per essere stati esclusi dai bandi per le supplenze con la motivazione della mancanza di cittadinanza italiana.

Il ricorso - come riporta Repubblica - è stato presentato dall'Associazione studi giuridici sull'immigrazione, dall'associazione Avvocati per niente onlus e dal sindacato autonomo Cub Sur Scuola Università Ricerca. La sentenza afferma che è "discriminatorio" pretendere il requisito della cittadinanza italiana o comunitaria per ammettere i professori che superano i concorsi alla formazione delle graduatorie triennali di circolo e di istituto per le supplenze di insegnamento. I casi non sarebbero numerosi ma ora c'è un doppio precedente e le graduatorie potrebbero cambiare di conseguenza.

Tags:
insegnamentotribunaletullio perillo







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.