A- A+
Milano
Segregavano i figli in casa per andare a giocare al Bingo

Gli agenti della Squadra Mobile di Milano hanno arrestato martedì con le accuse di maltrattamenti gravi nei confronti dei figli e sequestro di persona, una coppia dell'hinterland milanese. I due, titolari di una piccola attivita' commerciale, abbandonavano sistematicamente in casa i tre figlioletti di 6, 10 e 11 anni per andare a giocare al bingo, dal quale ritornavano spesso a notte fonda o nelle prime ore della mattina. I bimbi erano sottoposti a continue intimidazioni e percosse, rivolte in particolare contro il figlio di 10 anni, che, infatti, veniva quasi sempre rinchiuso in una stanza dell'appartamento di famiglia e lasciato quasi a digiuno. Le indagini sono iniziate su sollecitazione delle maestre del piccolo, che negli ultimi mesi avevano raccolto a sprazzi le sue confessioni. Gli agenti hanno indagato a fondo fin dal febbraio scorso e, una volta accertata la situazione, intorno a mezzanotte sono andati a prendere i genitori in una sala giochi della zona. I due, 36 e 40 anni, hanno fatto finta di nulla ma una volta arrivati a casa si sono dovuti arrendere all'evidenza: i bimbi erano rinchiusi quasi come prigionieri e veniva loro impedito qualsiasi contatto con l'esterno. I piccoli sono stati affidati a una comunita'. Per i genitori sono scattate le manette.

Tags:
bingomaltrattamentisquadra mobile







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.