A- A+
Milano
Milano, nuova aggressione a capotreno Trenord

Un dipendente di Trenord è stato aggredito su un convoglio ferroviario ad Arcore da parte di un gruppo di tre persone. Si tratta dell'ennesima aggressione dopo quella drammatica di Villapizzone di qualche giorno fa, quando un capotreno è stato aggredito a colpi di machete da una gang.

Dalle prime ricostruzioni l'aggressione sarebbe scattata dopo che i tre ragazzi sono stati trovati senza biglietto. I tre hanno reagito al controllo prendendo a pugni il capotreno. Dopo l’aggressione sono fuggiti e il personale di Trenord ha chiamato i carabinieri.

I militari di Monza non ci hanno messo molto a individuare ed arrestare i tre: si tratta di tre italiani di origine magrebina, due dei quali minorenni. Il capotreno, un uomo di 50 anni di Civate, ha riportato lievi contusioni al volto.

"Di fronte all'ennesimo atto di aggressione e all'inerzia del governo, che non fa nulla, peggio, non ascolta nemmeno le nostre richieste, d'intesa e su impulso del presidente Maroni, valuteremo la possibilità di fare da soli in tema di sicurezza e avvieremo le procedure per capire quali margini ci sono per costituire la Polizia regionale" ha commentato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte. "Di fronte al totale disimpegno del governo - ha ribadito Sorte -, dopo decine di aggressioni a spese dei lavoratori e dei pendolari, abbiamo deciso di promuovere direttamente, come Regione, una iniziativa sulla sicurezza, che sarebbe di competenza del Governo. Il bene e la sicurezza dei cittadini devono assolutamente prevalere".

Trenord ha espresso solidarieta' al capotreno aggredito: "Il capotreno del treno 10862 partito da Milano Garibaldi alle 15.52 e diretto a Lecco, nei pressi della stazione di Arcore ha subito un'aggressione da parte di alcuni ragazzi saliti a bordo sprovvisti di biglietto", si legge in una nota. "Il treno e' ripartito con un'ora di ritardo, terminati i rilievi delle forze dell'ordine intervenute sul posto. Il capotreno ha proseguito il viaggio fino alla stazione di Lecco, dove e' stato portato all'Ospedale per accertamenti. Tre treni della Milano-Lecco sono stati soppressi, uno limitato nel percorso", si prosegue. "L'azienda ribadisce la necessita' che il tema della sicurezza a bordo dei treni sia affrontato con spirito unitario da tutti i soggetti coinvolti, in stretta collaborazione con le istituzioni e le forze dell'ordine, anche per arginare pericolose derive d'emulazione dovute al clamore di questi giorni - si conclude. Dall'inizio del 2015 Trenord impiega ogni giorno, sui treni e nelle stazioni, 63 operatori di security, il doppio rispetto al 2014, concentrati principalmente nelle ore serali".

Tags:
sicurezzatrenorddipendenteaggredito







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.