A- A+
Milano
Sorpresa: sono tornati i sindacati. Metalmeccanici in piazza a Milano
Milano, il corteo dei metameccanici

"No al modello Federmeccanica proposto per il rinnovo del contratto nazionale": questa la motivazione che ha portato in piazza a Milano, per la prima volta dopo otto anni insieme, i rappresentanti di Fiom, Fim e Uilm. "Uniti possiamo davvero convincere le imprese", ha spiegato Maurizio Landini, segretario generale Fiom, che ha aggiunto: "Oggi scendiamo in piazza unitariamente per cambiare le politiche sbagliate di Federmeccanica e del governo". Alla guida del corteo milanese, che da piazza San Babila si snoda in centro sino alla sede di Assolombarda, anche Michele Zanocco, segretario nazionale Fi, e Mario Ghini, segretario nazionale Uilm.

Tags:
metalmeccanicifiomfiuilmmaurizio landini






A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Giustizia penale, dalla Lega una proposta utile, ma la sinistra non la leggerà
di Annamaria Bernardini De Pace
Lockdown, meno 630mila fumatori di bionde. Aumentano l'e-cig 218mila.
di Mariella Colonna
Ascolti tv, La casa nel bosco di Antonella Clerici diventa un format
Francesco Fredella


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.