A- A+
Milano
Sinistra Riformista: “Primarie a novembre. Altrimenti troppe tensioni a Milano”
Roberto Speranza

“Noi vogliamo le primarie prima possibile, gennaio non va affatto bene”. Il concetto è chiaro, le idee pure. E’ un concetto di “rottura” rispetto alle posizioni che sembrano emergere dagli 11 saggi e, in linea di massima, dalla dirigenza metropolitana del partito. Sinistra Riformista, la nuova area (che a livello nazionale ha il suo punto di forza in Roberto Speranza) composta, tra gli altri, dalla consigliera comunale Iardino, dal consigliere comunale De Lisi, da Costanzo Ariazzi, da Arturo Bodini e coordinata dal consigliere regionale Massimo D’Avolio, manda così un messaggio chiaro e netto. “Noi crediamo che quando sta succedendo a Milano - questa l’idea di Sinistra Riformista - con l’addio del vicesindaco De Cesaris, con le continue tensioni su tutto, sia dovuto al fatto che non solo le primarie sono messe in discussione, e invece dovrebbero essere un processo certo. Ma anche che l’eventuale data è spostata in là. Secondo quanto scrivono i giornali, in base a semplici calcoli temporali, si parla di gennaio o addirittura dell’inizio di febbraio”. La proposta di Sinistra Riformista è ben diversa: “Noi le vogliamo a novembre, perché solo così si riesce a coinvolgere la città in un progetto definito di un candidato definito”.

Tags:
sinistra riformistapdroberto speranzamassimo d'avolio






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.