A- A+
Milano
Sip, in Lombardia mancano 300 psichiatri e 2000 operatori
Psichiatria

Sip, in Lombardia mancano 300 psichiatri e 2000 operatori

In 3 anni sono saltati i cardini, già precari, del sistema salute mentale in Lombardia, un problema che coinvolge dal 20 al 30% della popolazione: secondo una stima basata sui dati di Ats Milano e Agenas, mancano 300 psichiatri e 2mila tra infermieri, psicologi, educatori e assistenti sociali".

L'allarme arriva dal Coordinamento direttori di Psichiatria della regione

L'allarme arriva dal Coordinamento direttori di Psichiatria della regione, dalla Società italiana di psichiatria (Sip) e dalla sua sezione lombarda (Sip-Lo): "I centri chiudono, ci sono poche risorse e buchi gravissimi nell'assistenza", denunciano, avanzando 5 proposte per tamponare l'emergenza tra cui l'istituzione di un'Agenzia regionale per la salute mentale. Del tema si discuterà anche al prossimo Congresso nazionale della Società italiana di neuropsicofarmacologia (Sinpf), a Milano dal 25 al 27 gennaio.

"Chiusra Opg ha portato all'affidamento ai servizi di salute mentale di un numero sempre crescente di soggetti autori di reato"

Gli psichiatri lanciano l'Sos "mentre da un lato la pandemia ha aumentato drammaticamente le richieste di cura in alcune fasce di popolazione, in particolare adolescenti e giovani adulti e persone anziane - ricordano in una nota - e dall'altro la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg) ha portato all'affidamento ai servizi di salute mentale di un numero sempre crescente di soggetti autori di reato in assenza di adeguate e concordate procedure e risorse, con grave rischio per l'incolumità di operatori e pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere e/o residenziali".

La chiusura di diversi servizi di cura ospedalieri e territoriali

Infine, rilevano primari e specialisti, "più di altre discipline la Psichiatria, insieme alla Neuropsichiatria infantile e ai Servizi per le dipendenze, si è trovata in enorme difficoltà nel reclutamento del personale infermieristico e soprattutto medico-specialistico". Una situazione che "ha già portato alla chiusura di diversi servizi di cura ospedalieri e territoriali rendendo quasi impossibile, nelle aree distanti dai grandi centri urbani, garantire risposte di cura ai cittadini e alle loro famiglie, e costringendo gli operatori a condizioni di lavoro non sicure. Ora serve un gesto politico chiaro da parte della prossima amministrazione regionale - esortano gli esperti - per porre fine a questa condizione".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lombardiaoperatoripsichiatrisip






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.