A- A+
Milano
Social press point, in piazza Cordusio la prima "Edicola dei sogni"
don gino rigoldi

Social Press Point ed è la prima "Edicola dei sogni" di Milano. Gestita da Comunità Nuova Cooperativa Sociale Onlus di Don Gino Rigoldi, l’edicola di piazza Cordusio non si limita a vendere i principali quotidiani e le riviste specializzate e di settore, ma permette di realizzare i progetti e i sogni di chi è meno fortunato, grazie ai profitti realizzati e alle donazioni ricevute dai clienti. La Social Press Point rappresenta inoltre un’opportunità di riscatto per persone in difficoltà, attraverso un’innovativa esperienza di lavoro (finora la start-up ha garantito un’occupazione a tre persone provenienti da situazioni di fragilità sociale). 

La prima edicola sociale, etica e solidale di Milano è un’impresa coraggiosa che ha scelto di non vendere gratta e vinci, biglietti della lotteria, né tutto ciò che possa indurre al gioco d’azzardo. E su questo il commento del vicesindaco e assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Ada Lucia De Cesaris: “L’Edicola dei sogni dimostra come sia possibile offrire opportunità di lavoro e di riscatto senza seguire la strada più facile, con un’iniziativa imprenditoriale che vuole contare su se stessa, rinunciando agli introiti del gioco d’azzardo per scommettere su un futuro socialmente responsabile”. Grazie ad un accordo con Messaggerie Internazionali, per tutto il periodo di Expo l’Edicola distribuirà in un’apposita vetrina i più prestigiosi quotidiani e le più importanti riviste di stampa estera.

Sul fronte del gioco d’azzardo, Palazzo Marino ha poi avviato un confronto con il Governo per definire una disciplina attenta anche alle esigenze e competenze territoriali, valutando le esperienze in corso e i risultati raggiunti. “Il sottosegretario Pierpaolo Baretta – spiega il vicesindaco De Cesaris – ha accolto la richiesta di incontro avanzata dagli enti territoriali, in particolare dal coordinamento dei Comuni lombardi, impegnati contro il gioco d’azzardo patologico. La maggiore criticità rimane la disciplina delle distanze dai luoghi sensibili, mentre molto vicine sono le posizioni sull’introduzione delle misure per combattere le infiltrazioni mafiose, sull’opportunità di intervenire per regolamentare in modo serio la pubblicità e sulla disciplina degli orari”.  A questo proposito tra febbraio e aprile di quest’anno, la Polizia locale ha messo in campo 2.557 controlli e 330 sanzioni per il mancato rispetto delle fasce consentite.

Tags:
don gino rigoldisocial press pointcomunita nuovaada de cesaris







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.