A- A+
Milano
Sunia e Cgil Lombardia: restituiti a Regione 7,5 mln per sostegno all’affitto
Case Aler

Sunia e Cgil Lombardia: restituiti a Regione 7,5 milioni per sostegno all’affitto

IMPRESE-LAVORO.COM Milano – “Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Direttoriale 31 maggio 2019, finalmente si restituiscono alle Regioni circa 88 milioni di fondi non spesi nel periodo 2014-2018, destinati agli interventi di contrasto alla morosità incolpevole. Di questi, circa 7,5 milioni sono destinati alla Regione Lombardia. E’ grazie all’ iniziativa del Sunia, della Cgil – si legge in una nota sindacale - e degli altri sindacati inquilini e delle altre organizzazioni sindacali dei lavoratori che finalmente, oltre all’utilizzo per l’emergenza abitativa di questi fondi che rischiavano di andare perduti, si introduce la possibilità di destinarli al finanziamento del Fondo di sostegno alla locazione, che è il principale strumento per contrastare l’insorgere della morosità incolpevole. Se non si sostengono le famiglie nel pagamento di affitti troppo onerosi per redditi medio bassi, risulta estremamente difficile recuperare ex post l’inevitabile sfratto per morosità. I numeri che ogni anno il ministero dell’Interno fornisce sulle procedure di sfratto lo confermano: circa il 90% degli sfratti emessi sono causati da morosità. In particolare, in Lombardia, nel periodo gennaio-dicembre 2017, i provvedimenti esecutivi di sfratto sono stati sono 8.752, di cui 6.263 per morosità incolpevole e le richieste di esecuzione sono 38.817. Nonostante questi dati drammatici il Fondo di sostegno alla locazione è stato azzerato a livello nazionale negli ultimi anni e per il 2019 è previsto uno stanziamento meno che simbolico di 10 milioni. Con la legge di bilancio per il 2018, viene accolta la nostra proposta di recuperare e riallocare le risorse e, soprattutto, di rendere coordinati e comunicanti i due fondi. Con la pubblicazione del Decreto da parte del MIT si concretizza la prima parte di questa razionalizzazione che deve avere come obiettivo quello di utilizzare il Fondo di sostegno alla locazione come strumento ordinario e preventivo di aiuto alle famiglie in affitto in difficoltà, ed il fondo per la morosità incolpevole come strumento straordinario di intervento in caso di rischio di morosità causato da riduzione del reddito a seguito di perdita del lavoro, morte del principale o unico percettore di reddito, ecc.. E’ questo lo schema che il Sunia e la Cgil Lombardia chiederà alla Regione Lombardia di adottare rapidamente (il Decreto prevede come termine il 20 marzo 2020), insieme a risorse aggiuntive e modalità di erogazione ai cittadini trasparenti e rapide. Sunia e Cgil Lombardia, inoltre, riconfermano la richiesta di destinare l’1% del bilancio di Regione Lombardia, in modo permanente e continuativo, per un piano organico e pluriennale di intervento per ridurre il disagio abitativo”, concludono i sindacati.

Commenti
    Tags:
    suniacgillombardia







    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    RASSEGNAZIONE O AZIONE ?????
    TWAS, SISSA e Lincei fanno sistema con il sostegno del MAECI
    di Mariella Colonna
    Riapre la discoteca del Just Cavalli Milano, meeting point deluxe
    Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.