A- A+
Milano
Tangenti e protesi, l'ex primario Confalonieri condannato a 6 anni e 6 mesi
SCHIAFFO 1 - Norberto Confalonieri, primario di ortopedia al Pini. Se è vero un quinto di quel che hanno scritto sul professore che rompeva le ossa per far soldi, altro che schiaffo... Inconcepibile. Letteralmente da vomito.

Tangenti e protesi, l'ex primario Confalonieri condannato a 6 anni e 6 mesi

E' stato condannato a 6 anni e 6 mesi l'ex primario del Cto di Milano, Norberto Confalonieri, accusato di aver agevolato due multinazionali per far salire il numero di protesi impiantate nell'istituto ortopedico e di aver fatto operazioni chirurgiche inutili ad alcuni suoi pazienti che poi avevano riportato problemi fisici. A pronunciare la sentenza e' stata la quarta corte penale del Tribunale di Milano. Nei confronti del chirurgo dell'ospedale Paolo Pini i giudici hanno riconosciuto l'accusa di corruzione, mentre e' caduta la parte relativa alle lesioni.

Due gli episodi di lesioni che venivano contestati: per uno e' stato dichiarato il 'non doversi procedere' per difetto di querela, in quanto le lesioni dolose sono state riqualificate in colpose; nel secondo caso il proscioglimento e' stato deciso per la remissione di querela. Il pm Cristian Barilli, che rappresentava l'accusa assieme all'aggiunto Eugenio Fusco, aveva chiesto 7 anni portando davanti alla corte alcune intercettazioni per dimostrare che alcune protesi erano state impiantate senza ragione. Nella vicenda iniziale erano 6, tra medici e manager delle due multinazionali fornitrici, le persone coinvolte nella vicenda; 4 erano gia' state assolte in abbreviato.

La Corte ha anche condannato Stefania Feroleto e Natalia Barberis, referenti commerciali della Johnosn&Johnson medical, che - secondo l'accusa - avevano stipulato un "accordo occulto" con il primario Confalonieri per vendere le protesi da impiantare nei pazienti. Per la prima sono stati decisi 4 anni di reclusione, mentre per la seconda 4 anni e mezzo. Confalonieri e' stato interdetto in modo perpetuo dai pubblici uffici; le altre due imputati per 5 anni. Previsti anche risarcimenti per l'Ordine dei medici di Milano, per l'ospedale Pini e l'Asst Nord Milano, con provvisionali da oltre 30mila euro. Ai risarcimenti delle parti civili e' stata condannata anche la multinazionale americana. In 90 giorni saranno depositate le motivazioni della sentenza.

Confalonieri: "Assolto dall'accusa di lesioni"

"Sono stato completamente assolto dall'accusa che mi faceva piu' male, quella di lesioni: non le ho mai create, i miei pazienti sono tutti guariti e non ho nessuna causa pendente con loro; stanno tutti bene. Inoltre sono stato sollevato anche dall'accusa di corruzione con la B Braun per cui i manager sono stati gia' assolti perche' il fatto non sussiste". Lo ha detto l'ex primario del Cto di Milano, Norberto Confalonieri, uscendo dall'aula della quarta penale del Tribunale dove e' stato condannato a 6 anni e mezzo per corruzione.

La vicenda era nata da alcune intercettazioni 'choc' in cui il medico parlava di aver 'rotto' il femore ad alcuni pazienti per impiantare delle protesi di cui non avevano bisogno, solo per far alzare il numero di interventi dell'ospedale e quindi ottenere benefici dalle multinazionali. "Questo processo e' basato sul nulla - ha aggiunto l'ex primario, parlando con i cronisti al termine della sentenza -, non c'e' il prezzo della corruzione, non c'e' il provento del reato". Il professionista sostiene infatti che nelle indagini non e' emerso "un bonifico bancario, ne' mazzette" e che l'unica "utilita' trovata sono i capisaldi della nostra societa' scientifica, ovvero la divulgazione, i congressi, l'informazione scientifica e la ricerca". Scontato il ricorso in Appello: "Vado fino in Cassazione", ha aggiunto Confalonieri, assistito dall'avvocato Domenico Pulitano'.

Commenti
    Tags:
    tangentiprotesinorberto confalonieri







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
    di Maurizio Garbati
    Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
    di Michela Carlo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.