A- A+
Milano
Teem, "notte bianca" sui cantieri per terminare l'opera entro Expo
Teem, "notte bianca" sui cantieri della tangenziale esterna est

Teem accelera per mettere a segno l'obiettivo di far entrare in esercizio in tempo per Expo i 32 chilometri della nuova autostrada che collega Vizzolo Predabissi ad Agrate Brianza, interconnessi con Autosole, A4 e BreBeMi. Tra sabato e domenica ha infatti avuto luogo una vera e propria "notte bianca delle infrastrutture", con grande attività sui cantieri e chiusura al traffico della A1 da Melegnano a Lodi in entrambi i sensi di marcia, così come sulla A4, con chiusura tra Agrate e Cavenago. Qui è stato possibile intraprendere la rimozione di due pannelli interferenti con le rampe di accesso di Teem, mentre sull'Autosole una squadra di tecnici specializzati, con l’ausilio di ruspe e pinzatrici, ha smantellato l’impalcato del vecchio ponte poderale tra Riozzo e Trognano, sostituito appena venerdì da un nuovo viadotto.

DSC00119 001Teem, "notte bianca" sui cantieri della tangenziale esterna estGuarda la gallery

L’operazione, portata a termine con successo alla luce delle fotoelettriche sotto la supervisione del responsabile di produzione del Lotto Sud Massimo Zullo, è stata una sorta di passaggio simbolico dell’entrata in esercizio dell’intera tratta di Teem (i sei chilometri dell’Arco tra Liscate e Pozzuolo Martesana sono stati aperti in circolazione il 23 luglio 2014), a meno di tre anni dall’inizio dei lavori (11 giugno 2012). Si tratta, difatti, dell’ultima demolizione di scavalchi dell’A1 prevista nel quadro della costruzione di Teem. Le operazioni, com’era avvenuto in occasione delle precedenti chiusure notturne dell’A1, sono state seguite con interesse da un centinaio di residenti assiepato lungo i terreni adiacenti il cantiere per assistere, in tutta sicurezza, ai lavori.

Di buon auspicio in ottica funzionalità della nuova autostrada il secondo intervento effettuato nella notte tra sabato e domenica: la prima prova di resistenza strutturale degli svincoli fra Teem e Autosole costruiti lungo il Viadotto Lambro, l’opera ingegneristicamente più complessa tra quelle comprese nel Lotto Sud. Con l’obiettivo di verificare l’impatto sulla struttura di 500 tonnellate di carico, le rampe di ingresso sono state testate facendovi transitare diversi autoarticolati a pieno, medio e zero carico in modo da favorire i riscontri delle indagini sulle oscillazioni affidate al pool di esperti del Politecnico di Milano guidato dal professor Carmelo Gentile del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente costruito. "I risultati della prima configurazione di carico sono da ritenersi eccellenti - ha dichiarato Gentile al termine del test -. Gli spostamenti registrati risultano, infatti, inferiori del 20% rispetto a quelli previsti in fase progettuale. Il che vuol dire che la struttura si comporta meglio delle attese".

Tags:
teemtangenziale esternaexpomassimo zullocarmelo gentile







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.