A- A+
Milano
The Art of Fighting: tra combattimenti e cucina vip
The Art of Fighting: la zona vip

The Art of Fighting: Lorusso difende in titolo a Monza

Tutto pronto per la terza edizione di The Art of Fighting, sabato 20 maggio, alle 20.00, all’arena di Monza: nel clou della parte dedicata al pugilato,  il campione d’Europa dei pesi gallo Alessio Lorusso (21 vittorie, 4 sconfitte e 2 pareggi) difenderà il titolo contro il britannico Thomas Essomba (11-8-1) sulla distanza delle 12 riprese da 3 minuti ciascuna.

Nella kickboxing, il campione del mondo dei pesi gallo Wako-Pro Luca Cecchetti (57-5) sfiderà il campione di Spagna Dostin Ortiz con le regole dello stile K-1: pugni, calci e ginocchiate. La distanza è di 5 riprese da 3 minuti ciascuna. La cintura Wako-Pro non sarà in palio. Lo sarà, per la prima volta, la cintura di campione dei pesi gallo TAF. L’evento sarà trasmesso in diretta in live streaming su DAZN.  

The Art of fighting: iniziativa in stile Beverly Hills con sezione vip e alta cucina

L’organizzatore Edoardo Germani proporrà un’iniziativa in stile Beverly Hills: una sezione VIP in cui gli spettatori potranno assistere ai combattimenti di kickboxing e pugilato gustando pietanze di alta cucina preparate dallo chef Vittorio Dolci. Negli Stati Uniti questo tipo di iniziative sono denominate Black Tie Boxing = la boxe in cravatta nera dove per cravatta nera si intende che il pubblico deve indossare un abbigliamento elegante, preferibilmente lo smoking per gli uomini e l’abito da sera per le donne. Il più famoso evento di Black Tie Boxing è stato organizzato il 5 settembre 2007 a New York da Tommy Gallagher nella sala da ballo del ristorante Cipriani Wall Street. Da allora in quasi tutte le manifestazioni di pugilato di altissimo livello, da New York fino a Beverly Hills, gli organizzatori allestiscono una sezione VIP in cui servono pietanze di alta cucina per ospiti esigenti.

La zona vip: appassionati di combattimenti ma non solo

“Abbiamo allestito una zona VIP con tavoli e sedie per circa 100 persone – spiega Edoardo Germani –  scelte tra i nostri sponsor e tra i personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo. Alla seconda edizione di The Art of Fighting, lo scorso 19 novembre a Meda (con il PalaMeda esaurito), abbiamo avuto fra gli ospiti il comico Pintus. Vogliamo che anche la terza edizione di The Art of Fighting 3 sia un evento di classe in grado di accontentare tutti: sia gli appassionati di kickboxing e pugilato che le persone che in genere non seguono questi sport e vogliono farlo in una sezione VIP in cui si sentono a loro agio gustando piatti raffinati ad una tavola apparecchiata come in un ristorante di lusso. Per loro, quel che conta di più è passare una serata piacevole con gli amici. E noi vogliamo accontentarli. Colgo l’occasione per ringraziare il nostro main sponsor Diego Peraino dell’agenzia AD Security Investigation che ha creduto fortemente nel nostro evento.”

Chi è lo chef Vittorio Dolci

Vittorio Dolci è uno chef che si occupa di preparare piatti raffinati per grandi eventi da quasi trent’anni, come spiega lui stesso: “Abbiamo iniziato nel 1994 e siamo stati tanto apprezzati da proseguire l’attività di ristorazione fino ad oggi. Siamo specializzati in cucina brianzola come il risotto alla monzese (risotto allo zafferano con salsiccia luganega), ma questo non ci impedisce di lavorare in tutto il Nord Italia fino a Rimini. Segno che la cucina brianzola è gradita anche al di fuori della Brianza. In ogni caso, stabiliamo il menù con il cliente e ci adattiamo alle sue esigenze ed ai suoi gusti. Quindi possiamo fare ricette classiche o rielaborarle in chiave moderna. Quando mi hanno chiamato per preparare la cena per gli ospiti della sezione VIP di The Art of Fighting 3 ho accettato subito. Stiamo ancora decidendo cosa serviremo, ma vi garantisco che gli ospiti saranno piacevolmente sorpresi. La nostra attività non si limita alla preparazione di banchetti: abbiamo anche la pasticceria Dolci a Lissone e la pasticceria Lievito a Monza.”

The Art of fighting: il programma degli incontri

All’arena di Monza, il 20 maggio,  questi gli incontri di pugilato sulla distanza delle sei riprese:  l’ex campione d’Italia Under 22 Francesco Paparo (3-0-1) vs Darwin El Badaouy (Italia, 2-2-1), Alessio Spahiu (Italia, 3-0) vs Enea Keci (Albania, 1-4),  Jonathan Kogasso (Congo, 7-0 con 5 vittorie prima del limite) vs Sergiu Sinigur (Moldavia, 6-0 con 5 vittorie per knock out), Momo El Maghraby (6-0) vs Franco De Mita (4-0), Sulla distanza delle quattro riprese: Morgan Moricca (1-0) vs Marco Delmestro. 

Presenterà la bravissima conduttrice televisiva Francesca Agnati insieme a Valerio Lamanna, dal dicembre 2005 ring announcer dei più importanti eventi italiani di sport da ring (Che i guerrieri entrino nell’arena è la sua frase più famosa).

I biglietti costano 30 euro (tribuna) e 55 euro (parterre) e si possono acquistare sul sito Made Ticket.it. The Art of Fighting 3 è organizzato da Edoardo Germani in collaborazione con la Promo Boxe Italia di Mario Loreni, con la Federazione Pugilistica Italiana, con la Federkombat-Lega Pro Italia e con il patrocinio del Comune di Monza e della Regione Lombardia.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
the art of fighting







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.