A- A+
Milano
Ticket sanitario, pagamento posticipato al 31/12/2023
Regione Lombardia

Ticket sanitario, pagamento posticipato al 31/12/2023

"Oggi abbiamo riproposto la proroga di quanto già istituito nel 2022 per le disposizioni in caso di utilizzo improprio dell'esenzione dal ticket sanitario. Lo abbiamo fatto per venire incontro a coloro che, in buona fede, ne hanno usufruito senza averne diritto. Attraverso una comunicazione sempre più capillare, grazie anche alla collaborazione dei medici di medicina generale e di quelli ospedalieri, confidiamo che i cittadini possano quanto prima sapere se hanno o meno diritto all'esenzione del ticket sanitario". Così il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della seduta di Giunta odierna che ha approvato il Collegato al Bilancio di previsione 2023-2025.

È inoltre prevista la possibilità di ricorrere al "ravvedimento operoso"

In particolare, si prevede il differimento al 31/12/2023 del termine per il pagamento del ticket, della sanzione amministrativa, degli interessi, delle spese e senza sanzione nel caso del verbale di accertamento notificato entro il 31/12/2022. È inoltre prevista la possibilità di ricorrere al 'ravvedimento operoso' per coloro a cui non è ancora stato notificato alcun verbale di accertamento, ma che vogliono regolarizzare spontaneamente la loro posizione, mediante il pagamento del solo ticket e degli interessi legali maturati. "Il ticket sanitario - ricorda Fontana - è la quota di compartecipazione diretta dei cittadini alla spesa pubblica per l'assistenza sanitaria".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
2023pagamentoposticipoticket sanitario






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.