A- A+
Milano
Transizione? Potrebbe rivelarsi un boomerang elettorale

La proposta dell'emerito Professore Onida di una transizione di due anni con sindaco Pisapia per arrivare all'elezione diretta del sindaco della Città Metropolitana nel 2018 è sicuramente affascinante, ma anche irta di ostacoli e potrebbe rivelarsi un boomerang elettorale. 

Innanzitutto bisognerebbe trasformare i Consigli di Zona in vere e proprie municipalità, sciogliere il consiglio comunale ed indire nuove elezioni, tutto questo con l'assenso del governo. Percorso non facile. Oltretutto i milanesi dal 1993 eleggono il loro sindaco in maniera diretta, ma lo eleggono per 5 anni non a tempo determinato. Ed il centro-destra non starà certo a guardare, sicuramente strumentalizzando questa operazione.

di Roberto Caputo,
candidato alle Primarie a sindaco per Milano 2016
 
 
 
Tags:
transizioneboomerangelettoralemilano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.