A- A+
Milano
Travolta e uccisa da un'auto sotto casa: l'ipotesi di un gesto volontario
Giusy Caliandro

Travolta e uccisa da un'auto sotto casa: l'ipotesi di un gesto volontario

La procura di Varese procede per "omicidio volontario a carico di persona identificata" e "ricercata" dalle forze dell'ordine, "anche in campo internazionale", per quanto accaduto a Giuseppina Caliandro, la donna di 41 anni che è stata investita nella serata di sabato 1 luglio a Gemonio, in via Garibaldi, vicino alla piazza principale del paese.

La nota del procuratore capo: "Gli elementi a carico del soggetto ricercato dovranno essere comunque verificati e confermati"

Nella nota firmata dal procuratore capo Massimo Politi si sottolinea come "gli elementi a carico del soggetto ricercato dovranno essere comunque verificati e confermati", mentre l'autopsia sarà effettuata la prossima settimana. Infine l'invito a farsi avanti se ci fossero testimoni. "Chiunque ritenga di avere informazioni utili sulla dinamica degli eventi del primo luglio è invitato a contattare i carabinieri del nucleo Investigativo di Varese (telefono 0332/4501) o i carabinieri del luogo di residenza". (

La lite con un uomo, l'investimento e la fuga

Ma si parla di una possibile lite avvenuta tra una donna che potrebbe essere Giusy ed un uomo che sarebbe poi salito a bordo della propria vettura ingranando a tutta velocità la retromarcia per travolgere la 41enne. L'automobilista ha scaraventato la donna contro un muro per poi darsi rapidamente alla fuga lasciando Giusy Caliandro inerme a terra.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gemoniogiusy caliandro







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.