A- A+
Milano
Travolto dal tram a Milano: possibile consulenza sulla velocità del mezzo
Milano, 14enne in bici travolto da un tram

Travolto dal tram a Milano: possibile consulenza sulla velocità del mezzo

Quattordicenne in bicicletta travolto e ucciso da un tram a Milano: la pm Maria Cristina Ria potrebbe disporre una consulenza cinematica per accertare la velocità a cui viaggiava il tram della linea 16 che ha investito e ucciso ieri mattina in via Tito Livio a Milano Luca Marengoni mentre andava al liceo scientifico Einstein. Alla titolare dell’indagine per omicidio stradale colposo a carico del conducente del mezzo è nel frattempo arrivato, con esito negativo, l’alcol test effettuato come da prassi sul dipendente dell’Atm. Sono sono ancora in fase di elaborazione gli esami tossicologici completi.

Asaps: "Centotre ciclisti morti nei primi otto mesi del 2022"

Nei primi otto mesi di quest’anno, secondo lo speciale Osservatorio Asaps (Associazione amici sostenitori polizia stradale), sono stati 103 quelli che hanno perso la vita nell'immediatezza dell'incidente. Un numero al quale si devono sommare i decessi avvenuti a distanza di giorni o settimane negli ospedali dopo il ricovero. Fra le vittime anche due bambini, a Milano ed Alessandria (negli ultimi giorni nel giro di 15 ore sono morti un bimbo di 7 anni a Cesena e un 14enne a Milano).  Il mese peggiore per i ciclisti è stato aprile con 20 decessi: a seguire gennaio e maggio con 15, luglio e agosto con 12, giugno con 10, febbraio 11 e marzo 8. “Sono dati ancora parziali – sottolineano all’Asaps - ma che danno una idea della sinistrosità grave dei ciclisti"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
luca marangonimilanotram







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.