A- A+
Milano
Treno deragliato, il passeggero: "Come una bomba. Tutto rotto, vetri addosso"

Treno deragliato, il passeggero: "Come una bomba. Tutto rotto, vetri addosso"

Il passeggero del treno deragliato in Brianza racconta il momento del deragliamento al Corriere della Sera. "Come quando scoppia una bomba, tutto rotto, i vetri addosso, un rumore forte, un disastro. Ho sentito male alla gamba e non riuscivo a camminare. Sono venuti a prendermi i pompieri e quelli dell'ambulanza, che mi hanno aiutato a uscire dal vagone che era finito in alto", dice il 49enne marocchino, unico passeggero del convoglio Trenord 10776 partito senza conducente che ha finito la sua corsa contro un muro nella stazione di Carnate. "Non potevo immaginare che il treno viaggiasse da solo - spiega - Fino alla stazione di Carnate sembrava tutto normale. Poi è successo quel casino... Come una bomba. Ho ancora paura adesso, non ho dormito".

"Io sono partito da Milano e dovevo andare a Carnate - prosegue l'uomo - ma poi mi sono addormentato e ho perso la fermata e poi mi sono svegliato che il treno era arrivato all'altra stazione e tutti sono scesi". "Io dovevo scendere a Carnate, tutto questo è successo perché ho dormito troppo - aggiunge - E allora sono rimasto seduto sul treno fermo aspettando di ritornare indietro". "Nel mio vagone ero solo, sì, ma io non ho guardato se c'era altra gente e non ho fatto caso all'orario - racconta - E come potevo pensare che non c'era nessuno a guidare? Se un treno va vuole dire che c'è qualcuno che lo fa andare". Mi è sembrato tutto ''normale, sì - prosegue - Ma alla stazione di Carnate è diventato strano: il treno non si fermava e passava su un binario lontano dalla stazione".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    treno deragliato carnatetreno deragliato






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
    di Maurizio De Caro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.