A- A+
Milano
Trenord, Terzi: "Lombardia discarica di Trenitalia, inaccettabile"
claudia maria terzi

Trenord, Terzi: "Lombardia discarica di Trenitalia, inaccettabile"

L'assessore lombardo a Infrastrutture, Trasporti e Mobilita' sostenibile, Claudia Maria Terzi ha scritto ai vertici di Rete ferroviaria italiana per denunciare che "nell'ultimo periodo in particolare i pendolari stanno subendo disagi inaccettabili a causa dell'inefficienza delle Ferrovie dello Stato". "I malfunzionamenti della rete di Rfi (Fs) e dei treni vecchi conferiti da Trenitalia (Fs) - spiega l'assessore - stanno mettendo a dura prova la pazienza di tutti. Ieri (lunedì, ndr) si sono verificati problemi alla stazione di Greco Pirelli che hanno generato gravi disservizi sulla S11 Milano-Chiasso, S9 Milano-Albairate, S8 Milano-Lecco, S7 Milano-Molteno-Lecco, Milano-Tirano, Milano-Bellinzona e Milano-Paderno. La totale mancanza di informazioni non ha permesso a molti utenti di trovare alternative per raggiungere il posto di lavoro. Ho scritto ai vertici di Rfi: la societa' statale deve fornire spiegazioni rispetto ai disagi. E' sorprendente che lavori per il miglioramento dell'infrastruttura, pianificati da tempo, possano determinare ripercussioni cosi' negative sulla circolazione ferroviaria".

Terzi denuncia anche che il materiale rotabile e' troppo vecchio. "Meta' della flotta di Trenord, quella di derivazione statale conferita da Trenitalia (proprietaria al 50 per cento di Trenord), ha un'eta' media di 32 anni con punte di 45 anni, mentre la meta' conferita da Regione ha un'eta' media di 9 anni. E treni vecchi significa maggiore possibilita' di guasti. Il treno 25064 che ieri si e' guastato tra Monza e Lissone era un convoglio di 36 anni appartenente alla flotta conferita da Trenitalia, per il quale, come se non bastasse, viene corrisposto un canone di affitto", spiega Terzi. "Il governo - conclude l'assessore - si dia una mossa e si decida a investire in Lombardia: siamo la discarica dei treni vecchi di Trenitalia e dobbiamo fornire un servizio su una rete di Rfi totalmente inadeguata, che non viene potenziata e nemmeno manutenuta. Regione ha messo in campo 1,6 miliardi di euro per comprare 176 treni che andranno progressivamente a svecchiare la flotta di Trenitalia. Abbiamo investito e continueremo a farlo. Il governo faccia altrettanto".

Trenord, Bussolati: "Terzi, pelo sullo stomaco ineguagliabile..."

Ha commentato polemicamente la nota il consigliere regionale Pd Pietro Bussolati: "Fino a pochissime settimane fa l'assessore regionale lombardo ai Trasporti Claudia Terzi festeggiava l'arrivo di treni di 35 anni. Più di un anno fa festeggiava come un grande successo l'arrivo di nove convogli usati e vecchi, tolti al servizio per Lourdes. Per mesi ha acclamato come star treni pressoché inutilizzabili. Oggi, di fronte all'ennesima tragica giornata per i pendolari di Trenord, non sapendo più quale altra giustificazione trovare, l'assessore Terzi non trova di meglio che scaricare le colpe su Trenitalia e definire la Lombardia la sua discarica. Il suo pelo sullo stomaco è ineguagliabile e ogni giorno raggiunge vette inarrivabili".

Loading...
Commenti
    Tags:
    trenordmaria claudia terzitreni lombardiatrenitalia

    Regione Lombardia Video News






    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Università Lum. Economia reale a supporto delle Micro e PMI. Webinar gratuito
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Digital transformation. Mediatech srl entra nel gruppo Relatech SpA.
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Milano dopo-lockdown. Intervista all’immobiliarista Marco Giuseppe Stefanoni
    Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.