A- A+
Milano
Tutti si lamentano della magistratura. Ma alla fine tutti i politici la usano

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45


di Fabio Massa

E' praticamente impossibile da capire. In Italia, pervicacemente, la politica si ostina a lasciare la funzione politica ai tribunali. E non si capisce poi con quale faccia si presenti a parlare di giustizia e di ingerenza di giustizia nella politica. Ora, che ci sia in atto un attacco anche giudiziario sulla Lombardia è chiaro ed evidente. O meglio, chiarisco: i magistrati hanno il dovere di accertare se ci siano stati illeciti su tutta una serie di argomenti. Ci sta. Però il problema è che il circo mediatico ha già trasformato Fontana in un boia, il cognato in un ladro, Cajazzo in uno stupido e via discorrendo. Proprio in base a quelle notizie di reato che non hanno ancora neppure un nome sul registro degli indagati. Insomma, siamo all’assurdo. E se io capisco, senza ombra di dubbio, che c’è una maggioranza e una opposizione e che il sale della democrazia è tutto teso nello scontro e nel confronto delle due, parimenti non comprendo proprio perché si debba ricorrere sempre ai magistrati per aver ragione prima ancora che le carte finiscano davanti a un giudice. E la cosa che mi fa sorridere oggi è che gli stessi che hanno protestato per l’uso politico della magistratura, e dunque la Lega e Salvini, vogliano ripagare Conte delle cattiverie su Alzano e Nembro proprio ricorrendo alla diffusione della notizia che Conte sarà interrogato come era stato interrogato Fontana. E dunque? Mica c’è una condanna eh, c'è solo che lo stanno ascoltando. Ma il peggio lo esprimono quei media che hanno usato tutte le inchieste contro la regione e che oggi per difendere Conte attaccano Salvini che usa la magistratura, la stessa che hanno usato loro, per delegittimare Conte. Di più: in giunta regionale lombarda, che contesta l'uso politico degli atti giudiziari c'è chi, Riccardo De Corato, senza dire niente al suo presidente Fontana, ha deciso di presentare un esposto contro la pista ciclabile di Beppe Sala. Pensate che bel cortocircuito. Al centro, la magistratura, che come al solito è odiata da tutti, ma da tutti usata e abusata.

 

fabio.massa@affaritaliani.it

Loading...
Commenti
    Tags:
    magistraturapoliticisalviniconticoronavirus










    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Cinema. Terra di Siena Film Festival 2020. Le interviste di Alessandra Basile
    Redazione Trendiest News
    Il sonnellino della Ragione genera lockdown
    di Maurizio De Caro
    Nuove restrizioni? 10, 100, 1000 Napoli!
    Di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.