A- A+
Milano
"Un muro contro i clandestini": bufera sul convegno in Regione

Si intitola 'Muro: protezione o divisione?' il convegno internazionale destinato a suscitare polemiche, organizzato dalla consigliera regionale lombarda, Maria Teresa Baldini per giovedi' al Pirellone. Baldini - eletta nella fila della lista 'Maroni presidente', ora passata al gruppo misto, col movimento da lei fondato 'Fuxia people' - ha invitato il sindaco ungherese di Asotthalom, Laszlo Toroczkai, tra i primi a lanciare la proposta di costruire una barriera contro gli ingressi illegali; idea poi fatta propria dal premier populista Viktor Orban. All'incontro dovrebbero partecipare anche l'esperto di archeologia e storia dell'arte cinese, Gao Shuai, lo psichiatra Giuseppe Porta, e il segretario di Forza nuova, Roberto Fiore.

Il convegno ha suscitato la reazione indignata del Pd lombardo, che, con il capogruppo in Consiglio regionale, Enrico Brambilla, invita il governatore leghista Roberto Maroni a "prendere le distanze dall'incontro". "La Regione Lombardia sotto la guida della Lega sta diventando la casa di tutti gli intolleranti e degli estremisti di destra", sostiene in una nota Brambilla. "E' questa la matrice culturale della maggioranza di Maroni - si chiede -: Forza Nuova, da sempre contro gli immigrati, verra' ancora una volta ospite al Pirellone a celebrare l'inventore del muro ungherese. Attendiamo con trepidazione l'affidamento al suo leader Roberto Fiore, gia' condannato per associazione sovversiva, della redazione del progetto del muro lombardo. Maroni farebbe bene a revocare la disponibilita' della sala e a prendere chiaramente le distanze".

MARONI: "POLEMICHE SENZA IMPORTANZA"/ "Che polemiche sono? Sono sciocchezze che non hanno nessuna importanza. E le sciocchezze e le polemiche senza nessun significato le lascio agli altri". Cosi' il presidente della Regione Lombardia, il leghista Roberto Maroni, risponde alle critiche mosse dal Pd in merito al convegno 'Muro: protezione o divisione?'. Il governatore ha poi replicato al capogruppo del Pd al Pirellone, Enrico Brambilla, che aveva parlato di una Regione "casa di tutti gli intolleranti". Secondo Maroni, invece, "la Regione e' la casa dello sviluppo, dell'innovazione e del benessere, il resto sono cose di cui si occupano quelli un po' snob che fanno parte di un giro totalmente autoreferenziale".

Tags:
regione lombardiamaria teresa baldinifuxia peopleroberto maronilaszlo toroczkai







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.