A- A+
Milano
Villa Arconati, riapre al pubblico la "Piccola Versailles di Milano"
villa arconati

Villa Arconati apre al pubblico dal 1° maggio a fine ottobre ogni venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30. Per la prima volta in assoluto il pubblico potrà visitare autonomamente il giardino monumentale: 12 ettari di giardino all'italiana seicentesco e parterre alla francese settecentesco tornano allo splendore dimenticato da oltre un secolo. Sarà, inoltre, visitabile con visite guidate a turno fisso il Piano Nobile della villa, per scoprire la storia di coloro che l'hanno portata nel corso dei secoli ad essere ribattezzata "la piccola Versailles di Milano". La Fondazione Augusto Rancilio restituisce questo patrimonio alla collettività con un progetto di recupero che ne rispetta il valore storico e culturale, e con una serie di attività che fanno di questo luogo unico un moderno centro di produzione e fruizione culturale in cui convivono arte, natura e cultura. L'intero ricavato dei biglietti di ingresso sarà devoluto al progetto di restauro della villa stessa, che si trova immersa nel parco delle Groane, a Bollate.

Stanza di Fetonte bassavilla arconati
 

Fa tappa a Villa Arconati anche la mostra fotografica Discover the other ITALY, ideata e realizzata da Lorenza Scalisi, che ha ottenuto il patrocinio Expo 2015 per l'importanza del tema trattato: 210 scatti unici per conoscere l'Italia attraverso uno sguardo nuovo e inedito di 21 fotografi originari di ogni Regione, che ne mostrano l'essenza più profonda. A questo straordinario sguardo sul territorio si affianca la galleria di ritratti di volti noti firmata dal Maestro Giovanni Gastel: una mostra nella mostra che ha l'intento di  raccogliere fondi per il restauro di Villa Arconati. Il 100% del ricavato della vendita dei ritratti andrà infatti al recupero della "piccola Versailles di MIlano".

Tags:
villa arconatifondazione augusto rancilio







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.