A- A+
Milano
Violenza donne: Polizia di Stato lancia campagna 'Questo non è Amore'

Violenza donne: Polizia di Stato lancia campagna 'Questo non è Amore'



Oggi alle 11 presso la sala Scrofani della Questura di Milano, si terrà una conferenza stampa nel corso della quale verrà illustrata l’attività della Polizia di Stato in tema di prevenzione del fenomeno con riferimento agli strumenti normativi previsti. Verrà, inoltre, analizzato l'iter per l'avvio ai percorsi trattamentali per i maltrattanti sulla base del protocollo Zeus siglato tra la Questura ed il CIPM, Centro Italiano per la Promozione della Mediazione, del professor Paolo Giulini che sarà presente.

Dalle ore 14 alle ore 20, sempre di giovedì 25 novembre, in corso Vittorio Emanuele II all’altezza dell’intersezione con la Galleria Passarella, di fronte alla basilica di San Carlo al Corso, sarà posizionato il Camper della Polizia di Stato con i poliziotti della Divisione Anticrimine, della Squadra Mobile e dell’Ufficio Sanitario della Questura provvederanno a distribuire ai cittadini e cittadine milanesi l’opuscolo 'Questo non è Amore', predisposto dalla Direzione Centrale Anticrimine, per la diffusione di informazioni sul contrasto alla violenza e sulle misure di tutela delle vittime. Analoga attività di informazione, d’intesa con Coop Lombardia, sarà svolta dai poliziotti della Divisione Anticrimine all’ingresso dell’Ipercoop del Centro Commerciale PiazzaLodi di viale Umbria 16.


Leggi anche: La nuova moda dal Giappone: in TENDA tra i GRATTACIELI. Si diffonderà anche a Milano?

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    polizia di statoquesto non è amoreviolenza donne






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.