A- A+
Auto e Motori
Kia Motors: svelato il piano strategico "Plan S"

Kia Motors Corporation ha presentato i dettagli di "Plan S", il piano strategico a medio-lungo termine che ha come obiettivo di raggiungere la leadership nella mobilità del futuro. I punti essenziali sono l’elettrificazione, i servizi di mobilità, la connettività e la guida autonoma.

Tutti i dettagli del Piano S, inclusi la strategia finanziaria e di investimenti Kia al 2025, sono stati annunciati agli azionisti, agli analisti e alle agenzie di rating nell’ambito del CEO Investor Day appena svoltosi a Seul.

Entro la fine del 2025, la Casa coreana prevede di offrire una gamma completa di 11 modelli elettrici. L’obiettivo è raggiungere una quota del 6,6% del mercato globale dell’elettrico (esclusa la Cina), oltre a una quota del 25% delle vendite della gamma di modelli eco-friendly. Nell’ambito di un allargamento globale del mercato di veicoli elettrici previsto entro il 2026, Kia punta a raggiungere la quota di vendita di 500.000 veicoli elettrici annui e di 1 milione di modelli eco-friendly (esclusa la Cina) globalmente.

Oltre a questi obiettivi “numerici”, Kia offrirà inediti servizi di mobilità basati sempre su veicoli elettrici, contribuendo così attivamente alla mitigazione dell’emergenza climatica globale e dell'inquinamento ambientale. Nell’ambito del mercato Purpose Built Vehicle (PBV) e per far fronte alla progressiva crescita globale di attività come la mobilità urbana, il car sharing e l’e-commerce, Kia si impegnerà a garantire invece un’offerta d’avanguardia anche in questi settori.

 

Un investimento importante

Ma qual è l’investimento previsto per far sì che il Piano S si concretizzi realmente? E’ di 25 miliardi di dollari entro la fine del 2025 data entro la quale Kia Motors punta quindi a un margine di profitto operativo del 6% con un Return on common equity (ROE), ossia l’indice di redditività del capitale proprio, del 10,6% garantendo così il capitale necessario e massimizzando il valore per gli azionisti.

"L'industria automobilistica è sottoposta sempre più a cambiamenti radicali e repentini, per questo oggi è il momento opportuno per Kia Motors di avviare una radicale trasformazione verso un modello di impresa globale capace di guidare le profonde innovazioni in atto", ha dichiarato  Han-Woo Park, President and CEO di Kia Motors. "Kia Motors ha intrapreso un percorso di innovazione attiva al fine di affrontare le sfide future, identificando e capitalizzando nuove opportunità per far evolvere l'azienda".

 

Diventerà un brand “elettrizzante”

Fra gli obiettivi strategici contenuti nel Plan S, oltre alla diffusione dei veicoli elettrici e all'espansione dei servizi di mobilità elettrica e autonoma, c’è anche l'accesso al business dei PBV, ossia quei veicoli dedicati alla cosiddetta mobilità urbana eco-friendly.

Il processo di profonda innovazione in atto coinvolge diversi ambiti per Kia, dalla brand identity alla corporate identity, dalla design identity alla user experience: l’obiettivo sarà sempre più quello di fare in modo che i clienti Kia percepiscano il brand, sperimentandone e vivendone l'evoluzione, avendo esperienza diretta della leadership nella diffusione di mobility solutions sempre più innovative e legate alla mobilità elettrica.

L’evoluzione del brand Kia sarà svelata più nel dettaglio nella seconda metà di quest'anno. Obiettivi prioritari del brand saranno: di diventare un pioniere nell'era della mobilità elettrica, affermarsi quale marchio apprezzato dai millennials (i nati tra il 1980 e il 1995, la prima generazione della storia a essere completamente digitalizzata e ad avere raggiunto l’età adulta nel nuovo millennio con una buona conoscenza della tecnologia e una naturale propensione all'uso degli strumenti digitali) e fortemente identificato come simbolo di innovazione. Contemporaneamente Kia intende massimizzare il valore per gli azionisti e guadagnare più fiducia dal mercato rafforzando costantemente la propria competitività attraverso l'innovazione delle attuali attività e incrementando la redditività di quelle future.

 

Transizione elettrica: il percorso

Kia annuncia lo sviluppo di nuovi modelli elettrici, differenziando l’offerta, creando un design dedicato, puntando su una nuova user experience e sull’elevata qualità del prodotto. A partire dal lancio del primo inedito modello elettrico previsto nel 2021, Kia proporrà una gamma completa di 11 modelli elettrici entro il 2025, inclusi SUV e MPV dal 2022.

Il nuovo modello elettrico, che sarà lanciato nel corso del 2021, verrà costruito su una inedita piattaforma globale, espressamente progettata per ospitare tecnologie EV. Il design, ispirato alle linee dei più moderni crossover, è destinato a superare i confini dei segmenti attuali per offrire un'esperienza utente già proiettata nel futuro, un’autonomia elettrica di oltre 500 chilometri e un tempo di ricarica inferiore ai 20 minuti.

La proposta elettrica di Kia si concentrerà soprattutto su quei Paesi che adottano politiche e regolamentazioni più restrittive in termini di emissioni, consumi ed efficienza, come Corea, Nord America, Europa e altri mercati con standard altrettanto rigorosi. Una gamma completa di veicoli elettrici Kia sarà disponibile quindi entro il 2025, con l’obiettivo di raggiungere una quota del 20% di vendite di EV nei mercati più sviluppati.

 

Il business dei PBV e l’importanza dei Mobility Hub

Kia diversificherà la propria attività con l’obiettivo di offrire servizi di eco-mobilità incentrati sulla guida elettrica e autonoma nelle principali città del mondo. Per la prima volta entrerà anche nel mercato dei Purpose Built Vehicle (PBV) dedicati alla mobilità urbana, dove la domanda si annuncia in forte crescita grazie alla massiccia diffusione di e-commerce e car sharing.

In alcune delle più grandi città del mondo, selezionate fra quelle più attivamente impegnate nella lotta ai cambiamenti climatici e nella diffusione dei veicoli elettrici, Kia collaborerà con diversi partner locali per creare dei Mobility Hub che ospiteranno delle stazioni di ricarica, ovvero dei centri dedicati al supporto tecnico e funzionale per la mobilità elettrica.

Questi Mobility Hub potranno essere utilizzati come stazioni intermodali di scambio tra veicoli elettrici e veicoli a motore a combustione interna, specie quando a questi ultimi è vietato l’ingresso in determinate aree urbane come nel caso delle ZTL (previsione di un futuro sempre più restrittivo per quest’ultime). A lungo termine, grazie ai Mobility Hub Kia, l’obiettivo sarà anche quello di gestire nuovi modelli di mobilità come i robotaxi a guida autonoma e altre forme di trasporto innovativo.

 

 

 

 

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    kia motors
    Loading...
    in evidenza
    Serena Enardu out. Liti durissime Tre nuove sensuali concorrenti

    Grande Fratello Vip 4 news

    Serena Enardu out. Liti durissime
    Tre nuove sensuali concorrenti

    i più visti
    in vetrina
    Wanda Nara replica al padre: "Difende Maxi Lopez e mi attacca perché..."

    Wanda Nara replica al padre: "Difende Maxi Lopez e mi attacca perché..."



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Le Peugeot e-208 e suv e-2008, sono guidabile anche dai neopatentati

    Le Peugeot e-208 e suv e-2008, sono guidabile anche dai neopatentati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.