Roma, 29 lug. - (Adnkronos) - Quattro lettere del ministro Alessandro Pavolini, fondatore delle Brigate Nere, a Benito Mussolini; una copia manoscritta di un telegramma di Mussolini al "Fuhrer della Grande Germania"; una copia del memorandum d'intesa tra Mussolini e l'ambasciatore tedesco Rudolf Rahn relativo all'invio di lavoratori italiani in Germania: ci sono anche questi documenti del periodo 1943-44 tra le 24 carte provenienti dalla "Segreteria particolare del Duce, Carteggio Riservato - Repubblica Sociale Italiana" che sono state restituite il 28 luglio all'Archivio Centrale dello Stato. Tra le carte ricevute dall'istituzione che ha sede nel quartiere romano dell'Eur anche un documento proveniente dal fondo "Carte della Valigia", ovvero la borsa che il dittatore fascista portava sempre con sè.L'annuncio della restituzione, informa l'Adnkronos, è stato dato oggi dallo stesso Archivio Centrale dello Stato, precisando che i 24 documenti "erano stati trattenuti presso il proprio studio da un funzionario della Presidenza del Consiglio, presumibilmente prima che tali fondi venissero versati all'Archivio centrale dello Stato"."Non si tratta di documenti del tutto ignoti alla comunità degli storici - dichiara Stefano Vitali, sovrintendente dell'Archivio centrale dello Stato - poiché di quasi tutti ne esisteva una copia nei microfilm effettuati dalla Joint Allied Intelligence Agency, che nell'immediato dopoguerra microfilmò diversi archivi fascisti e poi restituì gli originali all'Italia. Tuttavia, solo pochi storici hanno avuto l'accortezza di integrare la consultazione dei documenti cartacei, con quella dei microfilm".

in evidenza
Giulia Pelagatti... a tutto sport Talisa Ravagnani, ex star di Amici

Striscia la Notizia, sexy veline

Giulia Pelagatti... a tutto sport
Talisa Ravagnani, ex star di Amici

in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

i più visti
i blog di affari
Il Tribunale di Lecce annulla cartella da 130.000 mila euro
Ginevra, un melting pot newyorchese nella piccola Svizzera
di Leone Ronchetti
Green Pass, i tesserati ignorano che è un dispositivo di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.