A- A+
Politica
bossi maroni giorgetti

Umberto Bossi, accompagnato dalla moglie Manuela e da alcuni fedelissimi, ha depositato presso un notaio gli atti per la nascita di un nuovo soggetto politico. Lo apprende l'ANSA. Questo appare l'ultimo passo prima di una possibile scissione della Lega. Il 12 aprile 1984, 29 anni fa, il Senatùr fondava la Lega Lombarda.

"Non ci penso proprio". Così Umberto Bossi, contattato telefonicamente dall'Agi, ha risposto a chi gli chiedeva di commentare le indiscrezioni di stampa secondo cui si sarebbe recato da un notaio per depositare il simbolo di una nuova formazione politica, insieme alla moglie, Manuela Marrone. Allora, restera' nella Lega? "Si' - ha risposto il Senatur - Non metterei mai in gioco mia moglie in queste cose qui". "Si sono confusi con il giornale di cultura e identita' creato da Giuseppe Leoni", ha aggiunto il presidente federale del Carroccio.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
legabossi
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.