A- A+
Politica
M5s:candidati massoni,falsi rimborsi e altro,ma le "mele marce" saranno elette

In queste ore il m5s sembra accartocciarsi su se stesso e implodere. La rimborsopoli si allarga, spuntano altri massoni in lista (prontamente "espulsi", certo... ma i "meravigliosi ragazzi", fra cui Luigi Di Maio, avevano controllato scrupolosamente le liste prima di presentarle?), e la deputata grillina Giulia Sarti denuncia financo l'ex fidanzato, reo a suo dire di averle rubato ventimila euro di rimborsi. E in tutto questo le "mele marce" della rimborsopoli grillina salgono, secondo le Iene, a quattordici.

"Mele marce" che Luigi Di Maio si affretta a definire tali e che prontamente saranno, sempre a detta sua, espulse dal Movimento se già non lo sono state. Addirittura, come nel caso di Emanuele Dessì, blindatissimo candidato senatore grillino con casa da 7,75 euro al mese, saranno obbligate a firmare una dichiarazione di rinuncia al seggio in caso di elezione.

Una dichiarazione che dal punto di vista istituzionale non vale alcunché, perché - nel caso molto probabile che le "mele marce" di cui sopra vengano elette in Parlamento - sarebbero soltanto loro a decidere se mantenere fede al loro impegno. E sarà alquanto implausibile che rinuncino a una poltrona di senatore o di deputato, benché catapultati loro malgrado nelle file del già nutrito in partenza gruppo misto. In altri termini, il m5s, con la sua scrupolosissima analisi delle sue candidature (mentre giudicava impresentabili i candidati degli altri partiti) ha scaricato sul groppone degli italiani personaggi ora sgraditi anche al Movimento stesso. 

E c'è da segnalare un'altra "buffa" situazione: se anche deputati e senatori ex grillini eletti dovessero dare le dimissioni, farebbero la stessa "fine" del senatore ex grillino Giuseppe Vacciano, che ha cercato innumerevoli volte di lasciare il Senato e le cui dimissioni sono state rifiutate per ben tre volte dall'aula. Grillini "ostaggi" della Casta in Parlamento e profumatamente pagati dal denaro dei contribuenti: ci sarebbe da ridere se non fosse tragico. 

Tags:
m5srimborsopolimassoniluigi di maiogiulia sartifidanzatomele marceiene
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.