A- A+
Politica
Razzi: "Il ministro nordcoreano ucciso a cannonate? Cazzate"

"Mi viene da ridere, sono tutte palle. Ho parlato con l'ambasciatore coreano in Italia che mi ha detto che la storia del ministro ucciso a cannonate e' una cazzata". Lo dice Antonio Razzi, senatore di Forza Italia e 'grande amico' della Corea del Nord, commentando a La Zanzara su Radio 24 la notizia dell'uccisione da parte del regime di Pyonqyang del ministro della Difesa coreano perche' si era addormentato durante una parata.

 "Vado in Corea del Nord alla fine del mese - dice Razzi - e sicuramente incontro il ministro. Vivo. La Corea sta facendo alcuni esperimenti con i sottomarini e allora mettono in giro queste bufale". Razzi difende a spada tratta il governo della Corea del Nord: "Le uccisioni di cui parlano sono tutte cazzate, come la storia di quello sbranato dai cani. La Corea del Nord e' un paese serio, sono gente precisa. Se dicono una cosa la fanno. E' l'unica nazione che non e' sottomessa a nessuno, da' fastidio", conclude Razzi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
razzicorea del nordministroforza italiadifesa
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.