A- A+
PugliaItalia
Aspiranti sindaci a confronto

La formula potrebbe essere "azzeccata", ma l'impressione è che fino a quando non sarà chiaro - a destra come a sinistra - se il passaggio delle primarie sarà un valico da percorrere o un guado da evitare, la situazione resterà anomala.

Tanto più se il 'Convitato di Pietra' di questo appuntamento amministrativo continuerà a far sentire da lontano quel "peso evanescente", che sfugge e condiziona l'evolversi degli eventi.

Il primo confronto tra candidati alle primarie e/o candidati sindaci della Città di Bari ha detto che la formula funziona: che gli elettori vogliono confrontarsi in diretta, più che seguire i contendenti dal teleschermo. Ma che forse, nel replicarsi, sarà meglio darle almeno altri due tagli di declinazione: 1) chiamare i protagonisti a un confronto su temi specifici (per non rimanere nel generico e coinvolgerli in forma più concreta con i problemi e le ipotesi di soluzione); 2) provare a portare le occasioni di incontro nei gangli cruciali della città, siano essi i diversi quartieri o circoscrizioni, oppure fisicamente i luoghi e gli spazi specifici dove problematiche ed opportunità si concentrano: (FdL, Ateneo, Teatro, Porto, Stadio, spiagge, etc.).

Infatti, sarebbe davvero interessante se confronto, dibattito e partecipazione cittadina si moltiplicassero e diffondessero, attraverso incontri tematici, proprio in Fiera del Levante, coinvolgendo anche quegli stessi dipendenti; all'Università e al Politecnico, facendo emergere i contributi degli studenti, dei laureandi e dei ricercatori; in qualche Ospedale; negli spazi del Porto di Bari e oltre le cortine della sua Autorità Portuale; al San Nicola o allo Stadio della Vittoria o nel complesso olimpico adiacente; all'Auditorium della Guardia di Finanza o a Valenzano presso l'Istituto Agronomico Mediterraneo, o ancora al Conservatorio di Bari.

BARI7
 

Solo alcuni esempi concreti di tessuto urbano, sociale ed economico vivo e stanco di essere rappresentato da chi ne conosce appena i meccanismi, le ambizioni, le esigenze e l'utilità centrale per la crescita della comunità.

Un percorso che Affaritaliani Puglia intende proporre e percorrere, magari insieme alle associazioni cittadine, per stimolare partecipazione e voglia di ritorno all'esercizio dell'opinione, prima, e del voto a consuntivo, non per delegare, ma per affidare ambizioni, speranze e governo a rappresentanti competenti e in costante rapporto con la stessa comunità urbana o metropolitana che sarà.

La pagina che si gira, con l'arrivo del 2014, si preannuncia foriera di novità, di auspicate inversioni e di orizzonti di nuovo profondi e decisamente allargati: apprestarsi a leggerla con attenzione non basterà, è tempo che ci si prepari a scriverne una buona parte. Lo dobbiamo ai lettori che seguiranno. Non deludiamoli.

Auguri a tutti noi!

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
sindaciconfrontobariprimariecentrosinistracentrodestra
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.