A- A+
PugliaItalia
BIBART 2016, Prima Biennale Internaz. d'Arte nelle Chiese di Bari Vecchia

Con un'anteprima riservata alla stampa, apre BIBART, la prima Biennale Internazionale d’Arte di Bari e Area Metropolitana. Dal Museo Diocesano di Bari, infatti, partirà il press tour per conoscere le opere e i luoghi di questa prima edizione, organizzata dalle associazioni Vallisa Cultura onlus e Federico II Eventi. Un’iniziativa nata dal basso con un’ambizione internazionale, che gode del patrocinio  di Arcidiocesi di Bari – Bitonto, Regione Puglia, Comune di Bari, Università degli Studi di Bari, Consolato della Repubblica di Croazia, Consolato della Repubblica del Brasile.

bibart logo
 

A guidare i visitatori nel borgo antico alla scoperta delle opere d’arte contemporanea selezionate per BIBART ci saranno: Miguel Gomez, direttore artistico BIBART, artista e Responsabile arti visive di Artoteca Vallisa e Santa Teresa dei Maschi; Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari Bitonto; Mons. Antonio Parisi, Responsabile Musica e Cultura Arcidiocesi di Bari Bitonto; Don Michele Bellino, Direttore del Museo Diocesano di Bari; Silvio Maselli, Assessore alle Culture del Comune di Bari; William Tode, artista, già Direttore di Casa Vasari e Responsabile degli Uffici Studi di Palazzo Pitti e degli Uffizi di Firenze; Emanuel von Lauenstein Massarani, Conservatore dei Musei di San Paolo del Brasile.

Parteciperanno: Guido Folco, Direttore Museo MIIT di Torino; Giorgio Grasso, critico e storico dell’arte, già Coordinatore del Padiglione Italia della 54ª Biennale di Venezia; Rosa Alò, Console onorario della Croazia a Bari; Demetrio Zavoianni, Console onorario del Brasile a Bari.

Alla preview stampa saranno presenti anche gli artisti in concorso, molti provengono da Argentina, Armenia, Brasile, Grecia, Iraq e Uruguay, oltre che da tutta Italia.

Più di cento artisti trovano quindi casa a Bari: BIBART, prima Biennale Internazionale d’Arte di Bari e Area Metropolitana, si inaugura a Bari il 15 dicembre alle ore 18.00 presso l’Auditorium Vallisa.

Per il capoluogo pugliese sarà la prima occasione per raccontare l’arte contemporanea attraverso un confronto a più voci, l’intreccio di linguaggi artistici diversi, la multiculturalità e il dialogo tra artisti di varie parti del mondo. Un vero e proprio viaggio nell’arte contemporanea, passando per le chiese del borgo antico e il Murattiano, che esplora le infinite possibilità della “Ragione dell’Uomo”, tema scelto per questa prima edizione.

BIBART adv1 210x300
 

Questi i numeri della rassegna:  112 artisti in concorso, oltre a musicisti, performer, attori, provenienti da
9 Paesi (Italia, Argentina, Armenia, Brasile, Croazia, Francia, Grecia, Iraq, Uruguay) per un totale di 156 artisti; 328 opere esposte tra pittura, scultura, grafica, video art e lavori fuori concorso;
10 sedi espositive, tra cui 6 chiese, ubicate nel centro storico di Bari e nel Murattiano.
Completano la prima Biennale Internazionale d’Arte di Bari e Area Metropolitana due mostre d’eccezione: Dal  Postimpressionismo al Neorealismo: viaggio tra le avanguardie del Novecento, con opere di 48 grandi maestri e la monografica Les danseuses di William Tode, ultimo esponente del neorealismo italiano.

Nella cornice della Biennale anche la personale Mater et Filius di Miguel Gomez, un’originale mostra di design sulla poesia della luce e la mostra documentaria dedicata ai 90 anni dell’Accademia Polifonica Barese e al suo fondatore, Biagio Grimaldi.

L’arte si farà anche spettacolo, cinema, teatro, letteratura e musica con oltre 20 appuntamenti in calendario: presentazioni di libri, concerti, proiezioni di film, spettacoli teatrali e performing art, tutti ospitati tra l’Auditorio Vallisa e l’Auditorio Federico II Eventi.

L’iniziativa, organizzata dalle associazioni Vallisa Cultura onlus e Federico II Eventi, gode del patrocinio di Arcidiocesi di Bari – Bitonto, Regione Puglia, Comune di Bari, Università degli Studi di Bari, Consolato della Repubblica di Croazia, Consolato della Repubblica del Brasile.

Info www.bibartbiennale.com   / FB bibartbiennale

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
bibart bari vecchia arte biennale chiesefrancesco cacucci silvio maselli bari arte contemporanea bibart
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.