A- A+
PugliaItalia
Bitonto Cortili Aperti V edz. Porte spalancate all'Arte e allo stupore

Cinquantasei luoghi dislocati su tre percorsi da scoprire e visitare, con l’aiuto di oltre 600 studenti, per l’occasione guide turistiche, per conoscere la grande bellezza storica e culturale di Bitonto. Il 20 e 21 maggio (sabato dalle 18.00 alle 22.00 e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 22.00), la città dell’ulivo ospita la V edizione di Bitonto Cortili Aperti.

DSC05780
 

L’evento, organizzato dall’Associazione Dimore Storiche Italiane e dal Comune di Bitonto, rientra nelle “Giornate Nazionali A.D.S.I.”, promosse in tutta Italia, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

Nella “due giorni” si darà la possibilità ai turisti di visitare luoghi che, in quanto privati, non sono sempre accessibili. Attenzione anche al pubblico straniero con le guide in lingua inglese, francese, spagnolo, tedesco, polacco, albanese, arabo e cinese, a cura degli alunni: che come ogni anno saranno nominati successivamente, dal Comune di Bitonto, "Sentinelle della Cultura". ​Una lungimirante operazione dell'Assessorato alla Cultura, che mira ad avere - da qui a vent'anni - una comunità cittadina ricca di ben 16.000 "sentinelle", in pratica una vera e propria "Fortezza"!

La ragion d’essere di questa manifestazione, come di tutta l’attività dell’A.D.S.I. trova fondamento nella consapevolezza che per trasmettere il patrimonio alle generazioni future è indispensabile la tutela degli edifici e relativi giardini storici. Solo così si ottiene il risultato di non perdere la memoria del passato e dell’identità culturale del Paese. A Bitonto la manifestazione si coniuga con la formazione degli studenti, quest’anno delle Scuole Medie Inferiori e Superiori del territorio.

Cortili aperti, dunque, è una grande occasione per mostrare sotto la volta del cielo una città - museo: Bitonto è la città italiana che apre il maggior numero di monumenti tra atri, cortili, giardini, musei, chiese e altri luoghi di particolare interesse artistico.

bitonto cortili aperti 2017 ban
 
Bitonto cortili1
 

Quest’anno, inoltre, i visitatori potranno essere protagonisti. Come nella locandina della manifestazione (in cui è riprodotto in chiave moderna e bitontina “Il bacio” di Hayez), tutti potranno rappresentare un’opera d’arte famosa nei cortili e condividere la loro foto con l’hashtag #rivivilarte.

I palazzi saranno anche palcoscenico di alcuni eventi collaterali. Tra gli altri, proprio il 20 maggio si inaugurerà presso Villa Sylos (o Contessa) “La cittadella del bambino”.

Per consentire a tutti d’inebriarsi d’arte in sicurezza, fondamentale sarà l’apporto degli uomini del comando della Polizia Municipale che, assieme alle associazioni di volontariato, presiederanno il territorio.

Il centro storico sarà chiuso al traffico per l'occasione. I turisti potranno parcheggiare la loro automobile nel Park & Ride di via Messeni, in via Lazzati o in piazza Ferdinando II di Borbone. Dalla centrale piazza Marconi partiranno invece le navette gratuite verso i luoghi dell’itinerario “extramoenia”. 

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bitonto cortili aperti porte spalancate arte stupore sentinella cultura ragazzi
i blog di affari
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.