A- A+
PugliaItalia
Canosa, bomba carta alla Farmalabor di Fontana presidente Confindustria Puglia
bomba farmalabor (1)

Uno sfregio alla bellezza e un oltraggio a un modello aziendale, oltreché imprenditoriale, votato alla cura appassionata della ricerca innovativa. Questo rappresenta l’atto dimostrativo, compiuto ai danni del portone d'ingresso del Centro Studi e Ricerche "Dr Sergio Fontana, 1900-1982", presso la Farmalabor a Canosa di Puglia (BAT).

farmalaor.bombafarmalaor.bombaGuarda la gallery

“Non può esserci sviluppo senza legalità”, ripete da tempo il suo titolare, Sergio Fontana, da un anno ee mezzo presidente di Confindustria Puglia e Confindustria Bari-BAT.  Infatti, preoccupa l’escalation di fatti di cronaca nera nei territori della BAT e in particolare a Canosa: dalla rapina alla vigilia di Natale appena trascorso, con il ferimento del titolare del supermercato, risalendo fino alla morte di Damiano Bologna, il 50enne picchiato mortalmente, per aver difeso un'amica poco più di un mese fa.

farmalabor.13.farmalabor.13Guarda la gallery

Tantissime le manifestazioni di solidarietà a Sergio Fontana, a partire da quella del Sindaco di Andria, Giovanna Bruno: "Tutta la mia personale stima e solidarietà per ciò che rappresenta e per il rigore con cui svolge il suo ruolo all'interno di Confindustria Bari - Bat.  Un uomo che non si farà certo scalfire dall'accaduto e che non perde occasione per denunciare l'impellenza che tutti dovremmo sentire - ha ribadito Bruno - di arginare in ogni modo i fenomeni di deriva sociale, cui le nostre comunità sono quotidianamente esposte".

capone.loredana.presidemtecapone.loredana.presidemteGuarda la gallery

Ad esprimere solidarietà anche la Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, a seguito dell’attentato ai danni del Presidente di Confindustria Sergio Fontana, che ha visto esplodere un ordigno davanti alla sede della Farmalabor di Canosa, azienda di cui è proprietario.

“L’attentato che ha colpito la sua attività di famiglia la notte di Capodanno - ha aggiunto la Presidente Capone - è deplorevole e segno di grande vigliaccheria. A chi cammina ogni giorno a testa alta e s’impegna per difendere la propria comunità e i suoi valori non fanno paura queste violenze, al contrario, convincono ad andare avanti con ancora più determinazione. E questo è il nostro augurio, di continuare le sue battaglie con immutato entusiasmo, con la certezza che saremo sempre al suo fianco e che le Forze dell'ordine e la Magistratura faranno al meglio il proprio dovere”.

Emiliano 7Emiliano 7Guarda la gallery

Mentre il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in una nota diffusa ha dichiarato: “La mia totale e assoluta vicinanza a Sergio Fontana, alla sua famiglia e a tutti i suoi dipendenti. Chi pensa di ottenere qualcosa con la violenza e l’intimidazione si sbaglia di grosso. Oggi tutti i pugliesi sono Sergio Fontana, sono stati colpiti alle spalle, ma la reazione sarà durissima. Le Forze dell’ordine e la Magistratura faranno il loro dovere e assicureranno alla giustizia questi vigliacchi”. 

Da Taranto il presidente di Confagricoltura Puglia, Luca Lazzàro, ha affermato: “Quello che ha colpito il presidente di Confindustria Puglia, Sergio Fontana, è un atto vile e pericoloso perché rivolto a un’impresa e nello stesso tempo a un rappresentante di categoria”, 

“In attesa che le indagini facciano un rapido corso e chiariscano il movente, è importante per tutto il tessuto sociale e politico non sottovalutare mai episodi del genere, soprattutto oggi quando il Paese è scosso da tensioni sociali e culturali aggravate dall’arrivo del covid. All’amico Sergio Fontana e a tutta la Farmalabor arrivi la solidarietà di Confagricoltura Puglia”.  

Stefano PDStefano PDGuarda la gallery

E da Lecce il senatore Dario Stefàno, Presidente della Commissione Politiche dell’Unione europea di Palazzo Madama:  “Esprimo all’amico Sergio Fontana sentimenti sinceri di vicinanza e solidarietà. Forte e totale è la mia condanna per il vergognoso ordigno fatto esplodere davanti alla Sede aziendale di Farmalabor a Canosa”.

“Confido che le forze dell’ordine riescano a risalire ai responsabili di questo vile gesto e a ricostruirne la matrice - ha sottolinato Stefàno - perché non deve esserci spazio alcuno a chi pratica simili gesti, alla luce anche dell’esemplare impegno del Presidente di Confindustria Puglia contro la criminalità e l’illegalità”.

(gelormini@gmail.com)

Commenti
    Tags:
    canosa puglia confindustria bari bat bomba carta presidentefarmalaborsergio fontana







    
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.