A- A+
PugliaItalia
Caso Taranto, CoR: “Un PD intriso di contraddizioni”

Una nota de il Gruppo in Consiglio Regionale dei CoR diffonde una nota a proposito delle vicende che vedono la città di Taranto e la sua sicurezza ambientale al centro delle controverse e contraddittorie decisioni di Governo e Commissione Bilancio, entrambi a forte composizione PD: “Da oggi è evidente: le mamme di Taranto hanno più spirito di iniziativa e di reazione dei rappresentanti del PD e anche più del presidente Emiliano".

Peacelink Ilva Taranto
 

"Una rappresentanza politica che in Puglia, e in modo particolare a Taranto, fallisce nel momento in cui per convincere il premier Renzi a rimettere i 50 milioni per la Sanità del capoluogo jonico sono le mamme dei bambini di Taranto a tirar fuori gli attributi per reagire alle scellerate decisioni di Palazzo Chigi. Se da un lato incoraggiamo le mamme a gridare tutto il loro sdegno, per ciò che questo governo nazionale sta togliendo al territorio già fortemente provato sul piano della Salute, dell’Ambiente e del Lavoro, dall'altro è opportuno evidenziare che quelle mamme devono essere affiancate da tutta la politica regionale poiché il ‘caso Taranto e la sparizione dei 50 milioni’ è una partita della Puglia mentre la si gioca tutta in casa Pd con un politichese intriso di contraddizioni che non assicurano certezze".

Taranto 1jpg
 

"Sono, infatti, tutti esponenti del Pd a menare il can per l'aia: Renzi, Emiliano, De Vincenti, Mazzarano. La Puglia commetterebbe un grave errore se il coinvolgimento delle mamme delegittimi i livelli istituzionali pugliesi. Si deve avere l'autorevolezza di sfidare Renzi petto a petto senza farsi scudo di cittadini che attendono risposte dalle istituzioni e da coloro che hanno eletto per rappresentarli. Guai se passasse l'idea che per ottenere ciò che spetta i cittadini devono far da soli. Sarebbe spontaneo pensare ma che abbiamo votato a fare il presidente della Regione se poi per una causa giusta dobbiamo muoverci noi fino a Roma rubando tempo prezioso alle nostre famiglie? Si fa strada l'idea che Emiliano e il Pd pugliese hanno bisogno delle mamme per impegnare Renzi a mantenere un impegno, che loro chiaramente non sono in grado di strappare".

"Noi invece continuiamo a credere che è la politica e in primis le Istituzioni che devono svolgere quel ruolo di rappresentanza autorevole nei confronti del governo, per questo abbiamo presentato una mozione urgente (che potrebbe essere già discussa domani in Consiglio regionale) per impegnare il presidente Emiliano ‘ad intervenire energicamente a Roma presso il presidente del Consiglio e presso i presidenti della Camera dei Deputati e del Senato con i capigruppo consiliari o loro delegati per far sentire le ragioni e il bisogno della città di Taranto e della Puglia e sensibilizzare Governo e Parlamento a dare seguito alle assicurazioni fornite in ordine al potenziamento delle attività sanitarie derogatorie del D.M. 70/2015 attraverso un riflessione che porti a riconsiderare quell’emendamento bocciato in Commissione bilancio alla Camera per poterne dare forza di legge nell’approvanda legge di stabilità".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
taranto sanità cor partito democratico pd contraddizioni
Loading...
i blog di affari
Casaleggio e i 5Stelle: quel sospetto sulle ricandidature
Premio Golia 2021: straordinaria partecipazione
Laurea bruciando i tempi? Prima bisogna risvegliare la passione per la cultura
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.