A- A+
PugliaItalia
Cavallino (Le), Stefàno 'Violenza da condannare'

Dario Stefàno interviene sugli episodi di violenza che a Cavallino (Lecce) incombono sulla campagna elettorale per le elezioni amministrive: "In campagna elettorale si accendono spesso gli animi. Ma niente può essere alibi alla violenza. Le campagne elettorali devono rimanere occasioni per confrontarsi e crescere, esperienze di vita indimenticabili. Non può e non deve esserci spazio per altro. Per questo esprimo profondo rammarico per quanto accade a Cavallino".

Manuela Sparapano2
 
stefano 1PP
 

"Episodio da condannare. Senza se e senza ma. A prescindere dagli schieramenti e dalle appartenenze", aggiunge Stefàno, "La mia solidarietà va a Manuela Sparapano - candidata della società civile per la Lista Futuro e Democrazia con Carla Rugge - e alla sua famiglia, vittime di un gesto ignobile ieri sera dopo il comizio tenuto a Castromediano. La violenza verbale o, peggio, fisica non può essere tollerata per nessuna ragione".

Tags:
dario stefàno cavallino lecce amministrative violenza aggressione manuela sparapano
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.