A- A+
PugliaItalia
Ciracì (CoR): 'Vitali e PD lo scorpione e la rana'

Brindisi - "Come volevasi dimostrare è arrivato puntuale l'abbraccio mortale di Luigi Vitali alla già traballante candidatura di Marino a guida PD-Emiliano", commenta Nicola Ciracì (CoR) l’appoggio di Forza Italia al Pd in vista del ballottaggio a Brindisi del prossimo 19 giugno.

 
conservatori e riformisti
 

Che poi aggiunge: "Quello che trapelava dai boatos di un’intesa carbonara o - mi sia consentita l'ironia - "carbonifera", tra Forza Italia e PD, sta venendo fuori alla luce del sole. Ogni brindisino potrà giudicare questo pastrocchio! Vitali, come la favola de “La rana e lo scorpione", non riesce a trattenere la sua natura e avvelena questo ballottaggio dando vita a un Patto del Nazareno in salsa brindisina che umilia la storia del centrodestra ed evidenzia la disperazione del locale PD".

"Accecato dal successo elettorale dei CoR e della nostra Sindaca Carluccio", prosegue Ciracì, "oramai Vitali deve accontentarsi di dichiarare di essere un supporter del candidato 'meno peggio' del PD di Emiliano e di Alfano per illudersi di esistere. Qualcuno, però, gli spieghi che quelli dovrebbero essere i suoi avversari".

"Fortuna che gli elettori del centrodestra sceglieranno liberamente - conclude - e mai porteranno i loro cervelli al macero. Si renda conto Vitali che il suo tramonto è avvenuto da un pezzo e, invece di continuare a desertificate il suo partito e il centrodestra, faccia l'unica cosa positiva possibile, si dimetta".

federica de benedetto
 

Che gli animi nel centrodestra non siano del tutto tranquilli - e non solo per le scelte a "larga intesa" a Brindisi, lo tesimoniano le dichiarazioni di Federica de Benedetto vice coordinatrice regionale Forza Italia Puglia: "Non posso condividere l'analisi del voto di chi legge il risultato del centrodestra con ottimismo. Il risultato milanese non basta, infatti, a cantar vittoria. Tutto il nostro sostegno ai candidati impegnati nei ballottaggi, ai quali non faremo mancare adeguato supporto politico e di contenuti, ma chi parla oggi di successo è evidente abbia perso il contatto con la realtà. Invitiamo, infatti, coloro che si rallegrano per lo stato di salute della coalizione a partecipare ad uno dei nostri banchetti in piazza, per un salutare bagno di strada".

"Al lavoro, senza remore nei giorni che ci separano dal voto, dunque, - aggiunge De Benedetto - ma poi dovremo pensare a ricostruire. E in tempi brevi, dal momento che abbiamo all'orizzonte la sfida complessa di Lecce 2017, alla quale non potremo arrivare improvvisando soluzioni poco credibili".
 
E poi conclude: "Chiediamo gli Stati Generali del CentroDestra, quale occasione per riflettere con schiettezza e onestà sugli errori compiuti finora e sul patrimonio dal quale ripartire. Perché il popolo di centroDestra c'è ed è la maggioranza del Paese. Quello che manca è un programma che unisca la coalizione e che parli di sviluppo, economia e Nazione. Il tempo dei giri di parole è finito da un pezzo". 
 

 

 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
luigi vitali pd nicola ciracìluigi vitali nicola ciracìrana scorpione pd
i blog di affari
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.