A- A+
PugliaItalia
D'Ambrosio Lettieri e Distaso (CoR): "Pensare subito al dopo emergenza!"
Non si placano le voci critiche alla gestione dell'emergenza freddo-neve-gelo che ha investito la Puglia come gran parte dell'Italia.
 
A Bari con rispettive note diffuse, Luigi d'Ambrosio lettieri e Antonio Distaso (Conservatori e Riformisti) sollecitano reazioni più razionali per il dopo emergenza. “Nell’augurarmi che i ritardi, gravi e inconcepibili, delle amministrazioni regionale e locale della città metropolitana di Bari nell’affrontare i disagi ampiamente prevedibili causati dal maltempo, siano colmati al più presto, mi chiedo se le autorità competenti si stiano attivando anche per far fronte alla cosiddetta post-emergenza", scrive il senatore CoR d'Ambrosio Lettieri.
lettieri2 3
 
 
Che poi aggiunge: "Sempre che di emergenza si possa parlare, data la prevedibilità di questi eventi atmosferici, che comunque non sono affatto estranei alla nostra regione, perlomeno in alcune aree. Mi riferisco ai danni che certamente le zone particolarmente colpite dall’ondata di gelo e neve avranno subito. E anche alla assoluta necessità di cambiare rotta: non si può pensare di vedere paralizzate città, paesi, strade, scuole e soccorsi alla prima difficoltà, peraltro attesa e annunciata".
 
E conclude: "La pianificazione degli interventi è stata la vera latitante nell’azione amministrativa di Regione Puglia e Città metropolitana di Bari. Non diventi il convitato di pietra dei prossimi tavoli”.

Più duro il commento del deputato Antonio Distaso: "Strade provinciali impraticabili, gravi disagi negli ospedali della provincia, la Città di Bari quasi deserta con i pochi supermercati aperti presi d'assalto con scene da periodo pre o post bellico. Questo il risultato dell'assoluta carenza di programmazione e competenza che parte dal livello regionale, con il Presidente della Regione che posta il proprio numero di cellulare come salvavita, per attraversare l'Ente Città metropolitana e sino alla Città di Bari".

Distaso Anto
 
"Domenica mattina 8 gennaio - prosegue Distaso - il Sindaco di Bari sente finalmente di attivarsi e produce ben due ordinanze, la prima relativa alla chiusura delle scuole per due giorni, la seconda per ribadire l'obbligo di circolazione con catene a bordo sulle strade del territorio comunale! E gli uffici pubblici? I Tribunali? Gli Uffici del Giudice di Pace ? Cosa fanno? E la prevenzione, questa sconosciuta?"
 
"Si fanno contenti certamente tanti studenti ma dei disagi veri, chi se ne occupa? Decaro non è anche Sindaco della Città metropolitana?", continua a chiedersi l'onorevole CoR, "E nella Città capoluogo di Regione si aspetta il terzo giorno di emergenza per produrre due ordinanze scontate e comunque assolutamente insufficienti? 
I cittadini pugliesi e baresi non meritano nulla di tutto questo".
 
"E forse apprezzerebbero di più una sincera ammissione di responsabilità - conclude Distaso - nel dichiarare di esserci fatti trovare, ancora una volta, assolutamente impreparati di fronte ad un evento certamente eccezionale, ma assolutamente gestibile".
 
 
Tags:
neve puglia luigi d'ambrosio lettieri antonio distaso dopo emergenza soccorsinevicate freddo meteo puglia cor
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.