A- A+
PugliaItalia
Exprivia spa, 8,6 mln di euro in arrivo dalla Regione Puglia

La Giunta regionale pugliese ha dato il via libera all’agevolazione concedibile in favore di Exprivia spa. A fronte dell’investimento complessivo pari a 14.444.668,00 euro l’aiuto economico della Regione Puglia sarà di 8.602.287,00 €.

 

Le imprese aderenti al progetto “Digital future” ideato da Exprivia sono Exprivia Healthcare It srl, Masmec spa e Icam srl. Il programma industriale verte su fabbrica intelligente, manifattura sostenibile, micro e nanotecnologia, salute dell’uomo, green bleu economy.

Exprivia Molfetta
 

 

In particolare Exprivia realizzerà un centro di competenza per studiare soluzioni innovative basate su internet of things (internet delle cose, Iot) e big data, e Exprivia Healthcare svolgerà ricerca “nel campo dell’healthcare e definirà un paradigma di interazione nel settore Iot e un midlware, per supportare applicazioni riguardo il monitoraggio domestico dei pazienti”; Icam srl costruirà un modello di manutenzione predittiva e relativa architettura e, infine, Masmec spa studierà l’integrazione di tecnologie Iot e Big Data in strumentazione biomedicale e strutture ospedaliere. Previste venti nuove unità lavorative.

 

“Exprivia - scrivono i tecnici di Puglia Sviluppo spa nell’istruttoria - dovrà dettagliare meglio quali attività di sviluppo svolgerà direttamente, rispetto a quelle svolte dalle aziende partner, inoltre dovrà chiarire quali attività implementative saranno svolte nel pillar controllo del territorio”.

 

Exprivia spa, sede legale a Molfetta in via Adriano Olivetti, nasce nel 2006 dalla fusione di Abaco information service con Aisoftware. Gli azionisti sono Abaco Innovazione spa 46%, Merula srl 2,35%, Azioni proprie 6%, Flottante sul mercato 44,5798%. Quotata nel comparto Star-Mta di Borsa Italiana, succursali in Messico, Spagna, Shangai, Guatemala, Ecuador, Hong Kong.

 

Una forza lavoro di milleottocento professionisti,tra i suoi clienti Finmeccanica, Enel, Poste Italiane, Eni, Banca Intesa San Paolo, Regione Puglia, Comune di Bari. Ha chiuso i primi nove mesi del 2016 con ricavi consolidati pari a 101,7 milioni di euro rispetto ai 106,1 del 2015. La posizione finanziaria netta al 30 settembre passato è negativa per 41 milioni di euro, stante il -36,3 del 31 dicembre 2015. Il patrimonio netto del Gruppo al 30 settembre 2016 è 73,8 milioni stante  i 73,4 milioni al 31 dicembre 2015.

 

Presidente e amministratore delegato Domenico Favuzzi, dal 2013 presidente di Confindustria Puglia, consiglieri di amministrazione Alessandro Laterza, Gianfranco Viesti, Vito Albino, Angela Stefania Bergantino, Rosa Daloiso, Valeria Savelli, Dante Altomare, Mario Ferrario.

 

Exprivia Favuzzi5
 

Exprivia Healthcare It srl, capitale sociale 1.982.190,00 euro detenuto interamente da Exprivia spa, ubicata in Molfetta, presidente del consiglio di amministrazione Donato Altomare.

 

Masmec spa, si trova a Modugno, capitale sociale 364 mila euro, azionisti Angelo Michele Vinci, Rosa Alba Tagliente, Daniela Vinci, Lidia Vinci, Giancarlo Ambrosi.

 

Icam srl è ubicata a Putignano, capitale sociale 500 mila euro, soci Roberto Bianco, Graziano Bianco, Giuseppe Bianco, Maria Bianco, Giampietro Bianco.

 

Da pochi giorni a Exprivia Healthcare è stata assegnata,tramite pubblico bando, la gara per la gestione del sistema informativo sanitario della Regione Puglia: 19,5 milioni di euro, di cui12,7 di pertinenza della società molfettese,durata 36 mesi.

 

Exprivia spa - proprietaria di Acs srl ubicata anche nella Città dei Sassi - ha stilato ultimamente una profferta di accordo con il Comune di Matera in quanto capitale europea della cultura 2019.

Exprivia Italtel
 

 

La compagine molfettese vuol essere partner “... alla ideazione e progettazione di soluzioni tecnologiche innovative.... e attivare un centro di competenze nel settore dell’industria creativa e culturale per una smart city”. Senza oneri per l’Amministrazione comunale, intende collaborare al progetto “Centro di documentazione e biblioteca digitale della Riforma Fondiaria” da realizzare presso il Borgo La Martella. Durata della convenzione 36 mesi, rinnovabili. Non è dato sapere se c’è stata risposta della Giunta capeggiata dal sindaco Raffaello De Ruggieri.

 

Exprivia ha definito le condizioni per l’acquisizione del controllo di Italtel spa. Intesa deliberata dai rispettivi consigli di amministrazione delle due società, con l’obiettivo di firmare l’accordo giuridico entro la fine di giugno prossimo.

 

L’operazione di acquisto da parte di Exprivia rientra nel piano di ricapitalizzazione di Italtel per complessivi 115 milioni di euro. Il pool molfettese partecipa all’iniziativa finanziaria investendo 25 milioni di euro a fronte di una quota dell’81% del capitale ordinario di Italtel. Quest’ultima annovera tra i soci Cdrd Investment, III Sarl Gruppo Clayton-Deubilier & Rice, Telecom Italia Finance, Cisco System Internationale, Capital Trustees Limited, Cordusio Fiduciaria.

Tags:
exprivia regione puglia finanziamenti arrivo agevolazioni digital future
i blog di affari
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.