A- A+
PugliaItalia
'Fiat Lux' a Bari: i luoghi della storia e della memoria

Presentata nella sala giunta di Palazzo di Città, la mostra “Fiat Lux. I Luoghi della Storia”, un’iniziativa organizzata da Freelance Photographers in partnership con Fondazione Nikolaos, con il patrocinio del Municipio I, che da gennaio a maggio proporrà una serie di iniziative e reportage del fotoreporter Vincenzo Catalano realizzati in Terra Santa, Turchia, Polonia e Italia che hanno già ricevuto riconoscimenti internazionali e prestigiosi patrocini.

Fiat Lux3
 
logo freelancer
 

L'iniziativa è stata illustrata dall’assessore alle Culture Bari Silvio Maselli, dalla presidente del Municipio I Micaela Paparella, dal direttore dell’Ipsaic (Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea) Vito Antonio Leuzzi, dal direttore artistico di Fiat Lux Vincenzo Catalano e dal presidente della Fondazione Nikolaos Vito Giordano Cardone.

“La lodevole iniziativa di Catalano - ha dichiarato Silvio Maselli - infaticabile e appassionato animatore della vita culturale cittadina, dimostra che attraverso la fotografia si possono reinventare luoghi e raccontarli nella contemporaneità. L’amministrazione ha sempre dedicato grande impegno a unire i pezzi delle mille storie che hanno attraversato la nostra città. Fiat Lux racconta con lucidità le vicende storiche della Shoah, utilizzando anche geniali cambi di format spazio-temporali. Con questa iniziativa, l’amministrazione comunale intende proseguire il discorso sulla memoria, i cui fili sono infiniti e spesso fragili, ma tutti egualmente necessari per affermare l’identità e la coesione di una comunità, che per definirsi tale deve potersi riconoscere in valori comuni”.

 
nikolaos
 

La presidente del Municipio I Michela Paparella ha osservato che nei due contenitori culturali installati nel centro della città saranno proposte immagini di una storia dolorosa, che ancora oggi sono capaci di scuotere le coscienze: una storia che diventa presente perché si parlerà anche dei luoghi dove i pugliesi accolsero, oggi come allora, i profughi in fuga. Mentre Vito Antonio Leuzzi ha ricordato che Bari ha tanto da raccontare sul versante dell’accoglienza e della sofferenza, in confronto ad un’Europa dove invece sembrano proliferare i nazionalismi e le chiusure: per questo è importante che tutti gli alunni delle scuole conoscano le tante storie che si sono incrociate a Bari. Nel 1945 alla fine della guerra, ebrei, slavi, albanesi, polacchi arrivarono a Bari: a Torre Tresca, fu creato il primo centro di accoglienza per i deportati diventati a quel punto profughi,dove si ricomposero le famiglie disperse dalla guerra.

“Questa mostra - ha quindi spiegato Vincenzo Catalano - rappresenta il sogno della mia vita. La mia passione deriva dal fatto che, man mano che visitavo posti come Auschwitz, riuscivo sempre a trovare qualcosa che mi riportava alla mia terra: ad esempio, in uno dei viali del famoso campo di concentramento c’era un riferimento a San Nicola, del quale ha parlato persino Anna Frank.”

Logo fiat lux
 
25 01 17 Fiat Lux
 

Fiat Lux sarà inaugurata in piazza dell’Economia venerdì 27 gennaio, alle 12, con la prima delle sette mostre in programma: “I luoghi della Memoria”: il reportage fotografico realizzato nei campi di sterminio di Auschwitz, Birkenau, e sui centri di accoglienza in Puglia e sulle Foibe. La mostra resterà aperta fino al 27 febbraio e sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 17 alle 20.

Fiat Lux5
 

 

L’associazione Freelance Photographers, inoltre, nell’ambito di “Fiat Lux”, avvierà una serie di laboratori per le scuole cittadine. L’obiettivo è avvicinare i ragazzi al mondo della fotografia e dell’arte, attraverso una serie di esperienze pratiche in cui ciascuno potrà esprimere la propria creatività.

Una particolarità interessante dell’iniziativa è che racconterà le sue storie seguendo l’evolversi dei diversi colori delle stagioni: le successive esposizioni in calendario sono “Il Carnevale” (26-28 febbraio), “Arsa Puglia” (1-30 marzo), “La Passione” (5-23 aprile), “Le tabacchine di Tricase” (25 aprile-1 maggio), “Translatio Sancti Nicolai” (3-23 maggio), “La Rievocazione del Gran Premio di Bari”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fiat lux fondazione nikolaos storia memoria luoghi baribari nikolaos fiat lux
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.