A- A+
PugliaItalia
Gallipoli ordigno auto P.S. denunciati 3 minorenni

La Polizia di Stato di Gallipoli ha denunciato all’A.G. tre ragazzi, tutti minorenni, ritenuti responsabili di danneggiamento aggravato, detenzione illegale di materiale esplodente, accensione ed esplosione pericolosa. Gli stessi intorno alla mezzanotte dell’11 dicembre scorso fecero esplodere un ordigno rudimentale collocato sotto l’autovettura Seat Leon con i colori d’Istituto, parcheggiata innanzi al portone d’ingresso di quel Commissariato. La deflagrazione provocò vari danni alla volante.

Polizia petardi
 

Il giorno precedente, intorno alle ore 22,40 , sempre a Gallipoli, una telefonata al 112 segnalava che in  Piazza Carducci, vi era la presenza di alcuni giovani intenti a far esplodere grossi petardi; nella circostanza i militari  rinvenirono sul posto un ordigno rudimentale con la miccia accesa che essi stessi spensero.

Durante dette fasi due Carabinieri furono attinti dalla esplosione di un altro ordigno rudimentale lanciato da tre ragazzi . A seguito di questa deflagrazione i due militari riportarono dei “traumi acustici alla regione auricolare”.

Le successive indagini condotte da personale della DIGOS e del Commissariato di Gallipoli, limitatamente all’episodio riguardante il danneggiamento del veicolo della Polizia di Stato, hanno permesso di identificare i tre soggetti, nei confronti dei quali è stata effettuata anche una perquisizione domiciliare durante la quale sono stati rinvenuti i capi di abbigliamento indossati durante la realizzazione dell’illecita condotta. Si rappresenta, inoltre, che nel corso degli interrogatori i giovani hanno ammesso le proprie responsabilità, sia relativamente al danneggiamento dell’auto della Polizia che delle lesioni in danno dei Carabinieri.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gallipoli salento ordigno esplosivo auto polizia seat leonminorenni denunciati ordigno gallipoli polizia stato
i blog di affari
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.