A- A+
PugliaItalia
Ginosa, incendio distrugge il capannone Peviani Spa

"Un brutto colpo per una grande azienda e per l’economia del territorio". L’incendio che ha distrutto il capannone della Peviani Spa a Ginosa mette a dura prova uno dei più importanti associati di Confagricoltura Taranto. 

 

"Peviani - rimarca il presidente Luca Lazzàro - opera nel campo ortofrutticolo in tutta Italia e da tanti anni ha legato il suo nome e la sua attività a Ginosa e all’arco ionico-metapontino, una zona di eccellenti produzioni che finiscono sui mercati italiani e internazionali. Per questo sento il dovere di esprimere la vicinanza e la solidarietà di tutta la mia organizzazione ai dirigenti, impiegati e maestranze, nella consapevolezza che un disastro del genere rappresenta un danno pesantissimo per chi vi lavora direttamente e anche per le aziende agricole che hanno costruito con il presidente Gino Peviani un importante rapporto economico e di fiducia".

 

"Un capannone andato in fumo, assieme all’impianto di lavorazione e di stoccaggio, così come le celle frigorifere, è davvero una brutta notizia per tutto il settore agricolo. Per questo - conclude Lazzàro - ci auguriamo che Peviani riparta al più presto possibile con rinnovata energia, l’impegno e la professionalità di sempre".   

Tags:
ginosatarantoincendiocapannonepeviani
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.