A- A+
PugliaItalia
Giunta territoriale a Foggia. Patto per il Sud: progetti fermi

Sono stati in 400 i partecipanti alla Giunta territoriale riunita a Foggia a Palazzo della Dogana. 40 gli interventi, a partire da quelli del Sindaco di Foggia, Franco Landella - che ha lasciato all’attenzione della Giunta un documento sulla ripartizione dei fondi del patto per il Sud - e del segretario provinciale della Cgil, Maurizio Carmeno, che ha insistito sulle questioni di infrastrutture, viabilità e ferrovie. Mentre, la prorettore dell’Università ha posto l’accento sui tagli governativi ai bilanci, chiedendo ulteriori trasferimenti per incrementare il numero dei docenti.

20160613 giunta territoriale foggia 3
 

Incisivo anche l'intervento del presidente della Camera di Commercio Dauna, Fabio Porreca, che ha evidenziato come molti progetti del Patto per il Sud siano fermi a studi di fattibilità e progetti preliminari (su questo il Presidente Emiliano, nelle sue conclusioni, ha sottolineato che il Patto non è stato ancora sottoscritto e che occasioni come quella odierna sono utili per stabilire le priorità).

Problema ripreso e ribadito dal sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, che ha criticato l’impostazione complessiva del Patto per il Sud, concentrando l’attenzione sull’esigenza di migliorare il livello di mobilità e collegamento in Capitanata (Emiliano ha detto disponibile la Regione a concentrare le risorse, oggettivamente poche, su uno o più progetti per migliorare la mobilità).

A seguire, il presidente di Confesercenti, Franco Granata, ha chiesto di insistere sulla programmazione regionale, e il sindaco di Lucera,  Angelo Tutolo, ha chiesto un impegno globale contro la criminalità, un problema da combattere a livello nazionale.

20160613 giunta territoriale foggia 2
 

Sul fronte Sanità, il DG della Asl Fg, Vito Piazzolla, ha annunciato l’investimento di 100 milioni per tutte le comunità delle Capitanata e per portare sanità e salute in tutti i piccoli comuni.

Sono intervenuti anche il sindaco di Apricena, Antonio Potenza e il consigliere regionale Napoleone Cera.

L’assessore al Bilancio Raffaele Piemontese, nell'illustrare parte degli interventi previsti nella provincia di Fioggia, ha segnalato che sull’aeroporto occorrerà avere tutti i via libera di Bruxelles, ma poi, “Oltre alle questioni dei Monti Dauni e del loro dissesto idrogeologico, ci sono tre questioni fondamentali da approfondire: quella del treno-tram, quella delle piattaforme logistiche delle zone Asi di Incoronata e del porto di Manfredonia e quella delle strade del Gargano. Voglio rassicurare tutti: le risorse ci sono, ma occorre fare squadra. E penso infine ai fondi per l’innovazione che potranno cambiare il volto della provincia”.

Il sindaco di Rocchetta S. Antonio, Francesco Petruzzi, ha poi posto la questione delle royalties, che non arrivano da parte delle aziende elettriche che hanno costruito centrali eoliche e termiche.

Si sono, quindi aggiunte le voci dei rappresentanti dell’Istituto Zooprofilattico Provinciale, del consigliere Marco Camporeale, della rappresentante della Federconsumatori, del delegato dei piccoli comuni Vincenzo Mazzeo, del sindaco di Stornarella Massimo Colia.

Il sindaco di Carlantino, Vito Guerrera, ha riproposto i temi-problema della diga di Occhito, del 118 e dell’Arif, mentre il presidente di Confindustria Gianni Rotice ha indicato nelle piattaforme logistiche integrate di Foggia e Manfredonia le priorità.

La richiesta di conferme per i finanziamenti delle aree interne.è arrivata dal sindaco di Accadia, Pasquale Morgante, e da quello di Celle San Vito (il Comune più piccolo di Puglia), Palma Maria Giannini, la rivendicazione del diritto per il suo ente di conservare l’autonomia.

Dal Gargano il Sindaco di Peschici, Francesco Tavaglione, ha chiesto attenzione per le opere infrastrutturali come la superstrada del Gargano, cosa ribadita dal sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti.

20160613 giunta territoriale foggia 4
 

L’assessore all’Agricoltura, Leo di Gioia ha spiegato come i fondi ex Fas, oggi sviluppo e coesione, devono garantire lo sviluppo di tutto il territorio in maniera duratura e proporzionale. “Dobbiamo investire su acqua e dighe, canali di bonifica e sicurezza idrogeologica - ha detto - ci sono 110 milioni a disposizione. Dobbiamo completare la strada di scorrimento veloce del Gargano per cambiare i fruitori turistici del promontorio. E poi il treno tram. Non vogliamo piccole opere non strategiche, ma opere che vivano a lungo termine e che diano respiro all’intera regione”.

Infine, l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Giannini ha indicato come “Alcune critiche provengano dalla scarsa conoscenza dei progetti", per cui ha esortato: "Occorre creare maggiore fiducia tra noi per garantire maggiore serietà". Ed ha sottolineato: "Sono tre le fonti di finanziamento previste: i Pon, il Por e il Fsc. Sui primi due si mette in luce il protagonismo dei Comuni e delle Province. Per i 2 miliardi del Fsc non ci sono criteri tradizionali: ci sono le urgenze e le priorità. E per questo non c’è una Giunta baricentrica o salentinocentrica: per la Capitanata ci sono fondi e risorse”.

Per le dighe - ha proseguito Giannini - presto sarà firmato l’accordo con la Basilicata, ma acqua significa anche riuso dei reflui. Per questo occorre che i comuni partecipino al bando per il riuso delle acque in agricoltura. Hanno risposto in 60 su 258 in tutta la Puglia: ne servono di più per risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico. E per il patto per la Puglia sono d’accordo: vanno inserite opere mature per la realizzazione”.

20160613 giunta territoriale foggia 6
 

Al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è toccatto tratte le conclusioni della giornata: “Rimane la constatazione che lavorare a stretto contatto con i territori è un metodo valido - ha esordito - ho sempre rifiutato l’idea che la politica favorisca solo alcuni, specie chi riesce a infilarsi negli uffici, e non tutti quanti. Come in tutte le province, molte sono state le richieste per avere maggiori risorse su vari progetti, certamente se avessimo avuto 5,4 miliardi, ovvero la capienza della precedente programmazione FSC, non avremmo nemmeno dovuto discutere. Adesso dobbiamo governare con meno della metà del denaro rispetto al passato. Cercheremo dopo un’analisi con la Giunta e gli Uffici di dare un indirizzo complessivo alle tante istanze emerse durante il dibattito su infrastrutture, strade, treni, questione acqua, e via dicendo".

20160613 giunta territoriale foggia 1
 

"Il progetto del treno-tram si farà", ha assicurato il Governatore, "ma dobbiamo capire insieme qual è il modo migliore per realizzarlo. Così come la strada del Gargano: la maggioranza dei sindaci vuole il rafforzamento della rete. La questione “acqua”, e quindi fogne, irrigazione, depurazione è sicuramente strategica. Grande attenzione alle richieste dei piccoli comuni: abbiamo una legge che favorisce le unioni di comuni, di sicuro dobbiamo avere la capacità di tenere un atteggiamento sistemico nel rispetto, ogni volta, delle peculiarità del luogo interessato”. 

“La concertazione è sempre un lavoro molto duro - ha proseguito il presidente - dobbiamo portarla avanti con l’aiuto di documenti importanti, come il piano strategico: tenete conto che nel FSC abbiamo istituito un importante fondo rotativo per le progettazioni, 30milioni di euro a disposizione delle amministrazioni locali, che serve appunto per far avanzare i progetti rimasti indietro, ovvero per progettare nuove linee di intervento".

"Sull’aeroporto si gioca una partita rilevante, alla quale il territorio tiene molto. Dal momento che la precedente giunta ha investito sull’aeroporto, anche noi non ci sottrarremo e cercheremo insieme al territorio di valorizzare questa infrastruttura. La cosa che più mi fa piacere è che il dialogo dei territori con il presidente e gli assessori è libero e onesto, “dritto per dritto”, in un rispetto reciproco che si fonda sulla fiducia e non sulla paura”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giunta regione puglia foggiagiunta regione puglia michele emilianogiunta foggia patto sudgiunta regionale foggia raffaele piemontesegiunta regionale foggia leo di gioia
i blog di affari
Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.