A- A+
PugliaItalia
Ilva, Turco: "Le ammissioni di Claudio Riva dimostrano che avevamo visto bene"

“Dieci anni di battaglie e di denunce fatte da me in Provincia a Taranto, in qualità di consigliere provinciale, evidentemente non erano inutili", dichiara il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, commentando le ammissioni di Claudio Riva sull’inquinamento dell’Ilva di Taranto.

turco 1000x563
 

"Oggi leggere che un componente della famiglia Riva ammette le responsabilità dell’azienda sull’inquinamento ambientale ci riempe di soddisfazione. Ma al tempo stesso ci lascia l’amaro in bocca, ci lascia l’amaro di quei fumi che hanno avvelenato e che avvelenano l’aria di Taranto e la salute dei suoi cittadini”.

“Certo - sottolinea il consigliere regionale tarantino - la magistratura farà il suo corso, così come la stampa locale, che in modo encomiabile ha sempre raccontato i fatti e le cronache della nostra terra, ma leggere che tale inquinamento è stato debitamente portato avanti per massimizzare la produzione al fine dell’ottenimento del massimo di profitto e a scapito delle criticità ambientali e di sicurezza degli impianti dello stabilimento, lascia senza parole. Ora chi ripagherà i lavoratori e i cittadini che in questi anni si sono ammalati? Chi consolerà i genitori che piangono per i propri bambini colpiti da tumore? Il tempo ce lo dirà”.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
ilva giuseppe turco taranto claudio riva famiglia ammissione colpailva risanamento città aree
i blog di affari
Cav in campo per le Comunali: "Con Salvini intesa su tutto"
"Ecco il nostro compito: un partito repubblicano"
Petagna (Sorgente SEIN) spiega la svolta del Gruppo Mainetti
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.