A- A+
PugliaItalia
Ines Pierucci guiderà 'I Presìdi del Libro'

Importante avvicendamento ai Presìdi del Libro, associazione attiva nella promozione della lettura sull’intero territorio nazionale: la coordinatrice Gilda Melfi conclude il percorso di lavoro e dedizione al progetto associativo dopo aver contribuito in maniera determinante, con passione, lungimiranza e professionalità, a farlo nascere e radicare in tutt’Italia. Il testimone passa a Ines Pierucci.

Pierucci Ines2
 

Il viaggio comincia quattordici anni fa quando l’editore Giuseppe Laterza la invita a  concretizzare l’idea, nata dalla discussione tra alcuni editori pugliesi, di costituire i presìdi, gruppi autonomi di lettura, con l’intuizione della necessità di promuovere la lettura “dal basso”. Dopo aver affinato competenze e capacità in casa editrice Laterza, Gilda Melfi accetta di affiancarlo nell’avventura dei Presìdi, curandone i contatti con gli Enti, il territorio, i nascenti gruppi di lettura.

Melfi Laterza
 

I circoli si diffondono, si consolidano, diventano il motore pulsante di una rete che la considera, in maniera sempre crescente, un punto di riferimento necessario. Nicola Lagioia, Premio Strega e direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino scrive: "Molti oggi sono i Presìdi sparsi a macchia di leopardo sul territorio nazionale. Eviterò l’elenco di quelli che ho visitato in Puglia. Non finirei più (…) Gilda dei presìdi è la coordinatrice storica, e chiunque l’abbia conosciuta (scrittori, giornalisti, saggisti, politologi, critici d’arte da lei invitati a parlare di libri in uno dei tanti presìdi sparsi sul territorio) non può dimenticarla" (Internazionale, Giro d’Italia in 80 librerie, 11 aprile 2015).

Gilda Melfi passa il testimone a Ines Pierucci che dal 1° gennaio ha assunto il ruolo di coordinatrice dei Presìdi del Libro. Laureata in Russo e Bulgaro all’Università di Bari, Ines Pierucci si specializza nel campo dell’editoria conseguendo il Master di Primo livello per Redattori editoriali dell’Università Carlo Bo di Urbino, grazie al quale arriva in una delle più grosse case editrici italiane e poi presso l’Associazione Presìdi del libro, dove lavora dal 2004.

Melfi presidi libro
 

Consulente presso Arti Puglia (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione), matura esperienza in raccordi istituzionali tra scuole, enti pubblici di ricerca e giovani talenti, quindi nella creazione e promozione di reti di collaborazione, negli ambiti di animazione territoriale, a livello locale e transnazionale. Cura progetti di comunicazione e uffici stampa in diversi ambiti, è tra i soci fondatori dell’agenzia letteraria Ampi Margini, con sede a Londra, e da più di dieci anni, per passione, organizza a Bari i reading domestici “Citofonare interno 8”, gemmazione di quelli romani.

Ines Pierucci, esperta in progettazione e organizzazione di interventi rivolti alla promozione di politiche culturali, con particolare riferimento alla promozione della lettura, accompagnerà I Presìdi del Libro verso i traguardi degli anni a venire.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
ines pierucci responsabile presìdi libro pugliaines pierucci gilda melfi presìdi libro
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.