A- A+
PugliaItalia
Latronico confermato presidente del Distretto Produttivo Informatica Pugliese

Salvatore Latronico, CEO della Openwork di Bari, fa il bis e si appresta a guidare per il secondo triennio consecutivo il Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese. A nominarlo, il nuovo Comitato di Distretto, da poco insediatosi. Due le priorità definite dal Comitato: il rafforzamento della identità digitale del Distretto e la piena attuazione della Legge regionale sui Distretti.

plasma covid

Il Covid, la pandemia e il lockdown hanno intensificato l'utiizzo degli strumenti e delle connessioni digitali. "La crisi - come esortava Albert Einstein - è diventata occasione di opportunità e di evoluzioni", in pratica si è registrata una sorta di approccio popolare e diffuso al digitale. Ragione in più per mettere in evidenza i vantaggi a portata di mano, rappresentati dalla prziosa attività del Distretto pugliese.

distretto informatica pugliese

“La crescita di un sistema industriale come quello dell’Informatica Pugliese - ha commentato Latronico - passa attraverso la creazione di una massa critica di competenze, prodotti e servizi attorno ad alcuni grandi temi che ne definiscano al contempo l’identità. È questa la strada che il Distretto ha intrapreso e intende perseguire con sempre maggiore determinazione, guardando al nostro territorio, ma anche alle incredibili opportunità offerte dallo scenario globale".

"Tre i settori di specializzazione: Security e Safety, cioè la sicurezza di infrastrutture, imprese e cittadini nel mondo digitale, Sanità e Finanza Digitale. Grazie alla presenza tra i nostri associati di aziende che hanno maturato esperienze di successo a livello nazionale e internazionale in questi ambiti ha sottolineato Latronico - intendiamo costruire un percorso di crescita partecipata che coinvolga le altre imprese del territorio, le università e i centri di ricerca, nonché le istituzioni. Basterebbe pensare solo alle praterie sconfinate aperte dalla Telemedicina, per avere un quadro delle potenzialità offerte dal settore”.

salvatore latronico

Intanto, la collaborazione tra aziende favorita dal Distretto - cui aderiscono circa cinquanta tra le più rilevanti imprese pugliesi del settore IT oltre ad associazioni, consorzi, enti di ricerca e tutte le università della regione, per un fatturato superiore al mezzo miliardo di euro e oltre 5.000 addetti - si è recentemente concretizzata nella presentazione di tre piani di investimento alla Regione Puglia per un totale di 25 milioni di euro di investimento in tre diversi settori: sicurezza informatica, digitalizzazione delle PMI e formazione.

Latronico Russia
 

Latronico guiderà il nuovo Comitato di Distretto nel quale entrano a far parte nuovi rappresentanti di realtà produttive radicate nel territorio. Fanno parte del nuovo Comitato Donato Giovannelli (CompuGroup Medical Italia), Vittorio Grassi (Sidea group), Euclide Della Vista (Mediafarm), Giancarlo Negro (Links Management and Technology), Vincenzo Fiore (Auriga), Antonio Galeone (Sincon), Gianpaolo Chiarella (Teseo.it), il past president Gianni Sebastiano (Exprivia). A loro, che rappresentano le aziende associate, si aggiungono Luca Mainetti, Tommaso Di Noia e Danilo Caivano rispettivamente di Università del Salento, Politecnico di Bari e Università degli Studi di Bari. Stefano D'Ascoli (Eusoft) siederà in rappresentanza delle associazioni datoriali mentre Francesco Di Ridolfo della Cisl rappresenterà le parti sindacali. Il lavoro del Comitato sarà supportato anche dai probiviri Giuseppe Mastronardi, Salvatore Vendola e Giuseppe Visaggio, oltre che dal segretario Feliciana Laonigro. Latronico sarà affiancato dai due vicepresidenti Caivano e Fiore.

Telemedicina

“La legge regionale sui Distretti Produttivi -  ha aggiunto Latronico - riconosce questi ultimi come interlocutori privilegiati in materia di politiche industriali, occupazione, formazione professionale, trasferimento tecnologico e società dell’informazione; nei suoi dieci anni di vita il Distretto ha sempre interpretato in questo senso lo spirito della legge regionale, non facendo mancare, quando richiesto, il suo contributo di valore alle istituzioni".

"Tuttavia, adesso chiediamo che la legge sui Distretti venga rafforzata e dotata di adeguati strumenti attuativi - ha ribadito il Presidente del Distretto - affinché le competenze delle imprese associate possano essere messe al servizio del territorio. Riteniamo fondamentale, per assicurare lo sviluppo di tutto il sistema Puglia in un settore strategico come quello dell’informatica, che il Distretto venga chiamato a collaborare nella definizione e attuazione dell’Agenda Digitale Pugliese, secondo una visione di sistema; se per alcuni settori, come il turismo, la concertazione delle politiche industriali tra politica e attori del territorio è costante, per l’informatica non vediamo la stessa attenzione nella condivisione di una strategia comune, circostanza che rende complicato l’ammodernamento digitale del sistema Puglia".

LATRONICO

"E' tempo che l'informatica e l'interconnettività delle reti - ha insistito Latrinico - siano considerati come vero e proprio settore strategico per la crescita del Paese, al pari di strade, ferrovie, energia, turismo e produzione industriale. Atri Paesi l'hanno già fatto da tempo ed hanno acquisito un bel vantaggio. Il Distretto dell'Informatica Pugliese è in possesso di un know-how enorme, da condividere e portare al centro delle scelte prioritarie dell'economia e dello sviluppo locale".

"Da oltre dieci anni - ha concluso Salvatore Latronico - il Distretto mette proficuamente in rete aziende, università e parti sociali, dimostrando come sia possibile fare sistema anche nella nostra regione, contrariamente agli stereotipi consolidati. In altre parole, USATECI! Siamo sul territorio”.

(gelormini@gmail.com)

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    salvatore latronicodistretto produttivo informatica pugliese settore strategico innovazione tecnologica sanità sicurezza servizi finanziari
    i blog di affari
    Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"
    Cancellare il Natale? Un modo per turbare l'identità altrui
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia
    i più visti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.